Internet.org: il progetto che renderà la rete accessibile a tutto il mondo

1338
0
CONDIVIDI

Nasce Internet.org il nuovo progetto che unisce le aziende più importanti del web con un unico scopo: portare Internet in tutto il mondo, anche e sopratutto a quei paesi che ancora non hanno la possibilità di connettersi.

Si tratta di una campagna il cui intento è quello di connettere altri 5 miliardi di persone al mondo che non accedono al web. Secondo Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, la connessione è un diritto umano:

“Se Internet è uno dei principali volani per la diffusione della conoscenze e lo sviluppo, allora è doveroso che tutti vi abbiano accesso”.

Per questa ragione, il fondatore del social network più importane del web, si è fatto portavoce del progetto al quale hanno aderito anche Ericsson, MediaTek, Nokia, Opera, Qualcomm, Samsung. Una riunione tra big per una più vasta unione in rete tra persone.

Schermata 2013-08-21 alle 13.38.34

Internet.org rientra nel filone dei programmi attuati al fine di estendere la copertura web in zone più scoperte quali l’Africa. A ciò sta già lavorando Google con i suoi loon, i palloni aerostatici dotati di antenne radio, che ‘galleggiando’ sopra il suolo predisposto permettono di rendere accessibile anche in quella zona. La strategia di internet.org è invece quella di spingere sul «mobile», ‘area’ in cui Facebook va forte. Solo poche settimane fa il social network ha reso disponibile la sua app anche per i telefonini vintage e low-cost, che sono proprio quelli usati nei paesi emergenti.

Copia di Internet.org

E a chi obietta che sia solo una mossa strategica per guadagnare di più, il numero uno di Facebook risponde:

“Se volessimo solo pensare ai soldi, sarebbe sufficiente il miliardo di persone che è già connesso a Facebook. Ha più disponibilità economica di tutti gli altri 5 miliardi di persone che non accedono al web nel mondo”.

Parole, queste ultime, rilasciate durante una intervista alla CNN, per fugare ogni dubbio circa i sospetti di profitto che una iniziativa del genere possa portare.

Vi lasciamo al video che ne descrive il progetto:

fonte | cnn

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS