“Affare Maiorca”, l’Amburgo punisce Aogo e Rincon

288
0
CONDIVIDI

Non si è fatta attendere la risposta dell’Amburgo per l'”affare Maiorca”, così ribattezzato dagli organi si stampa locali. Tutta la storia ha avuto inizio sabato dopo la debacle interna contro l’Hoffenheim, quando i calciatori Dennis Aogo e Tomas Rincon hanno deciso di partire per tre giorni di relax a Palma de Maiorca. Da li si è scatenata l’ira dei tifosi, che sul profilo Facebook di Aogo, hanno visto il calciatore in spiaggia invece di meditare sulla sonora sconfitta subita. I giocatori si sono scusati dicendo che fossero in Spagna per motivi personali e non per vacanza, sfruttando 3 giorni che avevano espressamente richiesto tempo fa alla società. L’Amburgo è subito intervenuto punendo i giocatori e mettendoli fuori squadra per la prossima gara contro l’Hertha Berlino. Il tecnico Fink ha parlato con i due giocatori, spiegando poi la decisione adottata dalla società al quotidiano  Hamburger Morgenpost: “volevo che i giocatori utilizzassero i due giorni liberi a loro disposizione per rilassarsi e per meditare sulla sconfitta, non certo per partire e andare in vacanza. Questo non va bene, anche agli occhi dei nostri tifosi che sono ancora abbattuti per la sconfitta”.    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS