Google brevetta la funzione ‘pay-per-gaze’

917
0
CONDIVIDI

Al giorno d’oggi la pubblicità è parte integrante della nostra vita. Cartelloni per le strade, spot TV e naturalmente i tantissimi banner che sommergono internet e i siti web. Molti di questi sono forniti da Google, con il suo servizio apposito. Però, effettivamente, in quanti guardano effettivamente l’annuncio?

Il servizio di Google oggi ci permette (dalla parte degli inserzionisti) di vedere e guadagnare rispetto alle visualizzazioni della pagina dove c’è il banner, ma non sappiamo se effettivamente chi sta dietro il computer guarda il banner o meno. A tal proposito Big G ha brevettato la funzione “pay-per-gaze” che riesce a rilevare i movimenti del nostro occhio (previo Google Glass) e riesce a capire quando vediamo una pubblicità online o nella vita reale.

Tale metodo funzionerebbe anche su riviste, giornali, cartelloni e tutto quello che contiene pubblicità. Così facendo si potrebbe capire quanto tempo una persona guarda gli annunci e quale è la sua reazione. Però tutto ciò andrebbe contro le leggi e normative a protezione della privacy.

fonte | TheVerge

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS