Le 10 migliori app di scrittura per iPad

72951
2
CONDIVIDI

Ormai ci siamo abituati alla scrittura su iPad, che grazie e queste app esso può diventare uno strumento efficiente e produttivo per scrivere qualsiasi cosa. Ecco le 10 app di scrittura migliori secondo noi:

Editorial (€4.49)

editorial-ipad

Editorial è una nuova app ma è davvero ottima per la scrittura su iPad. Quest’app supporta anche la codifica in Python e include un browser che si può far apparire da un lato. Per chi usa Python è davvero un’app professionale che può competere con altri programmi desktop.

Quip (gratis)

quip-ipad

Quip è un app di scrittura molto semplice, che però include interessanti funzioni collaborative. Oltre al word processor, include un sistema di messaggistica che possiamo usare per discutere sulla modifica dei documenti. L’app è ancora alla versione 1.1, quindi può ancora migliorare.

Pages (€8.99)

pages-ipad

Pages è l’app di scrittura di Apple, è si conferma un’editor completo è ricco di funzioni, nonostante sia il più costoso della lista. Offre una perfetta integrazione con iCloud e dispone anche della versione per Mac e della web app (arriverà in autunno). La compatibilità con i documenti Word è buona e siamo sicuri che quest’app sarà perfettamente ottimizzata per iOS 7 quando arriverà.

Day One (€4.49)

dayone-ipad

Day One è un’elegante app che non è altro che l’evoluzione del diario personale. Potrete aggiungere immagini e mappe ai vostri ricordi. Supporta iCloud e quindi sarà sempre sincronizzato anche nella versione iPhone e Mac.

Phraseology (€3.59)

phraseology-ipad

Phraseology elimina le distrazioni e vi fa concentrare direttamente sul vostro lavoro. L’editor è molto semplice, forse troppo, mancano alcune funzioni importanti. La linea aggiuntiva sulla tastiera è molto utile quando si scrive molto e velocizza il lavoro.

Flesky (Gratis)

fleksy-ipad

Quest’app è stata pensata per i ciechi, infatti permette di scrivere senza guardare, grazie all’ampia tastiera e ai suggerimenti di parole. Dopo essersi abituati si diventa veloci a scrivere; d’altro canto però gli mancano tantissime funzioni basilari di un editor di testo. Comunque è gratis, quindi perché non provarla?

Evernote (gratis)

evernote-iPad

Evernote è un’app molto utile che combina diverse funzioni per prendere nota e un’ottima integrazione con tra iPhone iPad e desktop. Considerata da molti un’app must have. L’ultima versione per iPad però non è molto fluida cosa che mi ha fatto perdere il piacere di usarla.

Penultimate (gratis)

penultimate-ipad

Scrivere a mano libera può essere una bella esperienza anche se è più comodo usare uno stilus. Quest’app è una delle migliori in questo campo, e dopo l’acquisizione da parte di Evernote include altre funzioni utili. Più che per scrivere può essere utile per disegnare degli schizzi.

iA Writer (€0.89)

iawriter-ipad

Un text editor semplice e veloce, con una funzione che vi va concentrare su ciò che state scrivendo. Anche qui abbiamo una barra superiore che velocizza alcuni comandi. Non è un app completa per la scrittura. Supporta anche la sincronizzazione iCloud con la versione iPhone.

Blogsy (€4.49)

blogsy-ipad

Se cercate un’app per scrivere contenuti in mobilità e pubblicarli su varie piattaforme, questa è forse la migliore. Compatibile con WordPress, Blogger, TypePad, Movable Type, Joomla, Drupal, IBm Connections, Tumblr, Squarespace and MetaWeblog. Include anche un browser interno e una galleria media che potete vedere insieme alla finestra di scrittura.

fonte | The Next Web

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Ennio Martignago

    Apprezzo il riconoscimento di Quip che con Apple ha in comune il principio che è meglio togliere per potenziare al massimo quello che rimane, tuttavia mi permetto di evidenziare che, mentre Pages è il matrimonio perfetto fra l’impaginatore e il wordprocessor, il migliore word processor per me si chiama Textilus e poi c’è una categoria di programmi di scrittura che trova il migliore paragone per desktop in Scrivener, per i quali un semi sconosciuto StorySkeleton è il migliore in termini di flessibilità ed esportabilità (l’unico a supportare anche il formato Scrivener oltre a lavorare in Dropbox), anche se la versione per iPad deve arrivare a giorni (interessanti alternative sono Storyist, Ruminate e Notebooks, oltre al solito MacJournal). Una menzione per me la meriterebbero anche Dedalus e Composition che si combinano bene con le omonime per Mac.