Xbox One: il Kinect non sarà obbligatorio per giocare

901
0
CONDIVIDI

Una delle filosofie principali di Microsoft per lanciare la propria console nel mercato è “Il controller sei tu“, frase che ha reso celebre lo straordinario Kinect, il quale è stato sempre elogiato come controller del futuro.

Con Xbox One tutti pensavano che Microsoft avrebbe continuato la propria rivoluzione, come annunciato anche nella presentazione effettuata all’E3 2013, dove aveva parlato di grandi progetti per il Kinect 2.0, ma forse la rivoluzione tarderà ad arrivare.

Da Marc Whitten ci arrivano infatti, interessanti indiscrezioni sulla nuova console dell’azienda di Redmond, finora prevista in base alle voci di corridoio come “tutt’uno” con il suo sistema di controllo a sensori di movimento. Come già rivelato qualche mese fa, la console arriverà nei negozi con il suddetto Kinect 2.0, ma per giocare, Xbox One non lo richiederà obbligatoriamente, dando spazio ancora una volta al controller classico.

Whitten lo ha svelato ai microfoni di IGN, che riporta le seguenti parole:

“I giochi usano Kinect in una varietà di modi affascinanti, dal controllo vocale ai compagni di squadra all’aggiunta di spostamenti e altri semplici controlli per rendere il gameplay più immersivo. Detto ciò, come la presenza online, la console funzionerà ancora se Kinect non è collegato, anche se non potrete usare alcuna delle funzionalità che usano esplicitamente il sensore”.

Pur non avendo la conferma ufficiale, poiché la console non è ancora tra le nostre mani, stentiamo a credere a quella rivoluzionaria inversione di marcia che Microsoft aveva preventivato fino a qualche mese fa e iniziamo a preoccuparci per un nuovo flop della società di Redmond.

fonte | shakenews

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS