Tablet in cambio di pistole in Messico

50
0
CONDIVIDI

Il governo messicano non sapeva più come contrastare le guerre tra trafficanti di droga e le violenze private causate dalle armi. Poi l’idea geniale: dire ai messicani che in cambio di un’arma avrebbero ricevuto un tablet (o un computer). Questa iniziativa, poi messa in pratica, ha riscosso un enorme successo. Sono già state consegnate oltre 3.500 armi, tra pistole, fucili e granate.

Speriamo che il problema possa essere in parte risolto, o almeno tenuto a bada dalla potenza di un mezzo tecnologico non certo letale come un’arma da fuoco.

fonte | TechGenius

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS