PC, il mercato crolla del 20%

1303
0
CONDIVIDI

Il dispositivo che ha cambiato la storia dell’umanità inizia a risentire dei propri anni, cedendo alle nuove tecnologie, dai tablet agli smartphone, passando anche ai glass in arrivo all’inizio del 2014, perdendo circa il 20% del mercato europeo.

Questo è quanto emerge dall’ultimo report di Gartner sul secondo trimestre di quest’anno relativo alle spedizioni dei PC in Europa Occidentale, che si fermano a 10,9 milioni di unità, tra desktop e notebook, con un calo del 19,8% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Il calo è generalizzato in tutti i settori in cui è presente il computer, da quello consumer a quello professionale, da quello notebook e netbook a quello dei fissi. Secondo gli analisti di Gartner il crollo registrato è dovuto anche alla delusione che gli utenti hanno avuto con Windows 8, con risultati negativi per tutte le società produttrici di computer.

gartner-Q2-2013-PC-europa-west

Le perdite più consistenti sono di Acer 44,7% e Asus con 41,7%, alle quali si aggiungono anche quelle di HP che mantiene la posizione con una perdita del 17,4%. L’unico produttore a crescere è Lenovo +18,9%, che ha avuto eccellenti risultati anche nel settore degli smartphone e tablet, grazie ai prezzi contenuti e agli ottimi prodotti rilasciati sul mercato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS