NAZIONALE: Loew: “andremo in Brasile con umiltà”

33
0
CONDIVIDI

Nella conferenza stampa prima della partita di mercoledì contro il Paraguay, il CT tedesco Joachim Loew ha raccontato le sue impressioni sullo stato di forma della sua nazionale parlando anche della Bundesliga appena cominciata. Loew sa bene di giocarsi in Brasile non solo il posto ma anche la credibilità, avendo a disposizione una squadra di altissimo livello e che nel 2014 potrà contare su alcuni elementi all’apice della loro carriera. La pressione non lo spaventa, anzi, lo stimola, perché Loew ha sempre dimostrato carattere anche nelle situazioni più difficili. Il prossimo anno tutti si aspettano il titolo mondiale, un ottimismo che in qualche modo il commissario tecnico tenta di ridimensionare sensibilmente:

“Questa squadra ha un potenziale enorme, perché ci sono giocatori di grandissimo talento che saranno all’apice della loro maturità come Gotze, Draxler, Reus, Ozil, Khedira e altri, a cui aggiungiamo calciatori che cercano in Brasile il coronamento di carriera come Miroslav Klose. L’importante sarà andare in Brasile con umiltà, consapevoli dei nostri mezzi e senza esaltazioni. Tutti devono aiutare la squadra sia dentro che fuori dal campo, iniziando dai giocatori di maggior talento. Se c’è un aspetto che dobbiamo migliorare è quello difensivo, perché alcuni calciatori sono abituati già nei loro club di appartenenza a giocare poco per la difesa. Come successo per Ozil, anche gli altri devono imparare a tornare indietro”.  

Si parla molto dei possibili 23 che il CT convocherà per il mondiale. Tra i tanti nomi incerti, ci sono quelli di Kruse e Weidenfeller, calciatori che a suon di prestazioni importanti, sperando di ricevere una chiamata per il mondiale:

Apprezzo molto le prestazioni di Weidenfeller. Non c’è nessun ostacolo per lui e lo valuterò come tutti gli altri. Abbiamo tanti portieri di qualità, la concorrenza è altissima. Stesso discorso vale per Kruse. In questa nazionale tutti devono guadagnarsi il posto e prendere esempio da uno come Lukas Podolsky che per impegno e duttilità  è diventato essenziale per questa squadra”.

Ultima analisi sull’inizio della Bundesliga, in cui tutti danno già per vincitore il Bayern Monaco. Non la pensa così Loew:

Io credo che il Bayern sia battibile. Lo ha dimostrato il Borussia in Supercoppa e anche il M’gladbach fino alla fine ha cercato di riprendere il risultato. Il Bayern ha a disposizione una squadra fantastica, è vero, anche per ampiezza di rosa, cosa che magari non ha il Dortmund. Se però la squadra di Klopp non ha infortunati, ha le possibilità di battere sempre il Bayern. Credo che fino alla fine ci sarà grande battaglia. Guardiola ha portato i bavaresi a giocare un calcio diverso e che per molti aspetti si ispira a quello che cerchiamo di giocare qui in nazionale. Lo stesso Guardiola mi ha detto che spesso a Barcellona, vedeva movimenti e sistemi di gioco simili proprio nella nostra nazionale”.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS