LG G2 presentato ufficialmente

1462
1
CONDIVIDI

Dopo una lunga scia di rumors, immagini e video vari, LG ha finalmente sollevato il velo al suo nuovo smartphone di top gamma: LG G2, che mira ad occupare le alte classifiche del mercato sfidando alla pari la concorrenza.

Con questo device LG ha deciso di portare una buona dose di innovazione nel mercato degli smartphone Android, articolata con l’introduzione di soluzioni tecniche non comuni, basti pensare al posizionamento di tutti i tasti fisici nella parte posteriore del terminale. Una soluzione che consente di migliorare non solo gli aspetti ergonomici del terminale, ma permette di renderlo anche più semplice ed utile allo stesso tempo, dando la possibilità di attivare QuickMemo o il tasto fotocamera in maniera molto rapida. Interessante appare poi la possibilità di riattivare il device mentre è poggiato su di un piano con un semplice doppio tap del display.

LGG2_Front

LG non è purtroppo riuscita ad integrare nel suo nuovo dispositivo il sistema operativo Android 4.3, ma per il resto non ha lasciato nulla al caso, né il più veloce processore sul mercato, lo Snapdragon 800, né lo stabilizzatore ottico d’immagine per la fotocamera posteriore, e infine inserendo anche una generosa batteria da 3.000 mAh, che non dovrebbe avere problemi nell’alimentare lo smartphone per tutto il giorno e anche oltre.

Queste le caratteristiche tecniche del nuovo LG G2:

  • Display: 5,2 pollici full HD IPS (1080 x 1920 pixels / 423 ppi)
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 800 a 2,26 GHz
  • RAM: 2 GB LPDDR3 800MHz
  • Memoria interna: 16 / 32 GB
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel con OIS
  • Fotocamera anteriore: 2,1 megapixel
  • Dimensioni: 138,5 x 70,9 x 8,9 mm
  • Batteria: 3.000 mAh
  • OS: Android 4.2.2
  • Colori: Nero / Bianco

LGG2_Side_2

Dal punto di vista della UX, le novità più salienti sono le seguenti:

  • Answer Me — automaticamente risponde alla chiamata, se portiamo il telefono all’orecchio.
  • Plug & Pop — Consiglia opzioni e funzioni quando colleghiamo auricolari o il cavo USB.
  • Text Link — Le informazioni inserite nei messaggi di testo possono essere selezionate e salvate in appunti o eventi calendario e ricercati su una mappa su internet.
  • QuickRemote — LG G2 può essere usato come telecomando, ma può anche apprendere il funzionamento di un telecomando tradizionale ed essere personalizzato per operare diversamente a seconda del dispositivo da controllare, con layout dedicati a ciascuno di essi.
  • Slide Aside — Permette un semplice multitasking trascinando via dallo schermo l’app aperta con una gesture swipe a tre dita.
  • Guest Mode — Protegge la privacy del proprietario mostrando solo app pre-selezioante quando un utente secondario accede al telefono (simile ai profili introdotti in Android 4.3 per tablet).

Lo smartphone sarà disponibile sul mercato tra un paio di mesi circa, partendo con la distribuzione asiatica e raggiungendo i principali paesi, compresi quelli europei, poco dopo. Tempistiche e prezzi esatti per il nostro paese saranno comunicati successivamente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Marco Barzellotti

    Veramente interessante!