Facebook: versati 1 milione di dollari in due anni per risolvere bug

1008
2
CONDIVIDI

Facebook ha annunciato di aver pagato la bellezza di 1 milione di dollari per servirsi di 329 ricercatori, come parte del programma Bug Bounty, lanciato poco più di due anni fa. I ricercatori sono sparsi in 51 diversi paesi, secondo la società, e solo il 20% dei premi versati fino ad ora sono stati destinati a statunitensi. Facebook dice che il programma è stato un successo, più di quanto avevano previsto.

Collin Greene, Security Engineer presso Facebook, ha dichiarato:

Questo primo corso è davvero incoraggiante, anche perché programmi come questi possono avere un impatto significativo sulla nostra capacità di continuare a tenere Facebook sicuro. Dopo tutto, non importa quanto investiamo in sicurezza – e investiamo molto – non avremo mai le persone più intelligenti del mondo nel nostro team e non saremo mai in grado di pensare a tutti i diversi modi in cui un sistema complesso come il nostro possa essere preso d’assalto. Il nostro programma Bug Bounty ci permette di sfruttare il talento e la prospettiva di persone provenienti da tutto il mondo.

Facebook prevede di continuare ad espandere il programma, ma non ha voluto rivelare esattamente ciò che ha pianificato. I criteri di assegnazione dei premi sono facili da interpretare: chi scopre i bug più pericolosi, quelli che metterebbero a rischio le info degli utenti ad esempio, viene maggiormente premiato.

fonte | TheNextWeb

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS