Scoperto materiale rivoluzionario anti-umidità quasi per caso

256
0
CONDIVIDI

Quasi per caso i ricercatori dell’università di Uppsala, in Svezia, hanno scoperto un materiale quasi rivoluzionario per le sue capacità di assorbimento dell’umidità. Chiamato Upsalite, tale materiale potrebbe essere utilizzato per ridurre l’energia necessaria a controllare l’umidità ambientale nei dispositivi elettronici, nell’industria farmaceutica, ma anche nei magazzini e sulle piste da hockey su ghiaccio.

Johan Gómez de la Torre, ricercatore al Dipartimento di nanotecnologia e materiali funzionali dell’università di Uppsala, ha dichiarato:

Al contrario di quanto la letteratura scientifica ha sostenuto per oltre cent’anni, abbiamo scoperto che il carbonato di magnesio amorfo può essere prodotto attraverso un semplicissimo processo a bassa temperatura. Poi, un giovedì pomeriggio del 2011, abbiamo variato leggermente i parametri di sintesi dei precedenti tentativi infruttuosi, dimenticando per errore il materiale nella cella di reazione durante tutto il fine settimana. Tornati al lavoro lunedì mattina, abbiamo scoperto che si era formato un gel rigido, che abbiamo lasciato asciugare. Le proprietà del materiale, ci siamo accorti, erano incredibili.

Dopo tale scoperta il gruppo si è messo al lavoro per analizzare il materiale.

Abbiamo scoperto che il materiale conteneva un gran numero di pori vuoti dal diametro minore di 10 nanometri. La struttura porosa fa sì che il materiale interagisca in un modo molto particolare con l’ambiente: l’Upsalite, per esempio, assorbe a tassi di umidità relativamente bassi più acqua dei migliori materiali attualmente in circolazione. Questa caratteristica sarà importantissima per le applicazioni industriali.

fonte | Oggi Scienza

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS