Semiocast: Pinterest, 70 milioni di utenti in forte crescita

1062
0
CONDIVIDI

Un nuovo studio pubblicato da Semiocast, società di ricerca sui social media con sede a Parigi, rivela che Pinterest attualmente conta oltre 70 milioni di utenti e che il 45% dei nuovi utenti registrati nel giugno 2013 erano al di fuori degli Stati Uniti. Per lo studio Semiocast ha analizzato 70 milioni di profili utente Pinterest, 69 milioni dei quali sono stati creati prima del 1 luglio 2013, potendo così valutare i tassi di crescita di Pinterest e l’internazionalizzazione. L’azienda ha anche analizzato un campione casuale di 2,5 milioni di profili al fine di misurare i tassi di attività degli utenti.

Semiocast_grafico_tassi_crescitaLo studio ha scoperto che gli utenti internazionali sono rapidamente in crescita nella rete sociale e al ritmo attuale, potrebbero potenzialmente superare il numero complessivo degli utenti americani entro 18 mesi. Il grafico elaborato da Semiocast, (fig. sopra) mostra come i nuovi profili su Pinterest, sono in numero sempre crescente e soprattutto quanti utenti internazionali stiano aderendo alla piattaforma. Sempre seguendo il grafico, gli utenti internazionali rappresentano circa un terzo degli utenti totali su Pinterest, almeno nel Q2 del 2012; solo un anno più tardi sono cresciuti a dismisura diventando quasi la metà.

Semiocast_grafico_tassi_attività
Guardando invece l’altro grafico qui sopra, che mostra il tasso di attività dei profili, scopriamo che gli utenti negli Stati Uniti sono più attivi rispetto a quelli internazionali con un 79% di azioni su Pinterest – fra pinned, repinned o pin piaciuti- solo durante il giugno 2013. Tutti questi numeri sono rilevanti perché Pinterest è attualmente in fase di ampliamento della sua base di utenza all’estero sempre con un occhio verso la monetizzazione. Il mese scorso una versione localizzata di Pinterest lanciata in Francia ha reclutato 300 blogger locali per impegnarsi con la piattaforma e pubblicizzarla. Questo lancio ha seguito un’altro lancio simile nel Regno Unito avvenuto lo scorso maggio. Anche se queste strategie non sono direttamente imputabili all’aumento di utenti internazionali sicuramente una bella spinta l’hanno data.

fonte | thenextweb

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS