Wi-Vi: finalmente vista a raggi X per tutti

1479
0
CONDIVIDI

I ricercatori del MIT hanno creato un nuovo sistema che potrà essere utilizzato in futuro per dare alle persone la vista a raggi X . Dina Katabi, professoressa presso il Dipartimento di Ingegneria Elettronica e Informatica del MIT e lo studente laureato Fadel Adib, hanno utilizzato segnali Wi-Fi a bassa potenza per tracciare il movimento umano dietro le pareti. Il sistema è radicalmente diverso dai tentativi precedenti, basati sulla tecnologia radar molto più costosa. Il sistema di Katabi, noto come Wi-Vi, trasmette a bassa potenza un segnale Wi-Fi che si riflette sulle persone e può essere utilizzato per tracciare i loro spostamenti.

“Abbiamo voluto creare un dispositivo a bassa potenza, portatile e semplice da usare per chiunque, per dare alla gente la capacità di vedere attraverso i muri con le porte chiuse “, ha detto Katabi in un comunicato stampa . “Abbiamo dovuto trovare una tecnologia che potesse annullare tutte le altre riflessioni e tenere solo quelle del corpo umano in movimento.”

Il sistema utilizza due antenne per trasmettere il segnale e un singolo ricevitore per leggere le onde che ritornano. Il segnale della seconda antenna è l’inverso della prima, portandoli a interferire fra di loro e annullarsi. Questo permette di captare solo i riflessi che cambiano tra i due segnali, come i riflessi degli oggetti in movimento, che raggiungono il ricevitore.

“Allora, se la persona si muove dietro il muro, tutte le riflessioni da oggetti statici vengono cancellate e l’unica cosa registrata dal dispositivo è l’umano in movimento”, ha spiegato Adib.

I ricercatori ritengono che il sistema Wi-Vi può essere utilizzato per aiutare le squadre di ricerca e soccorso nella ricerca di sopravvissuti intrappolati durante i disastri naturali. Potrebbe anche essere usato per aiutare gli agenti di polizia a identificare i criminali nascosti dentro gli edifici e di permettere loro di evitare agguati imprevisti.

fonte | BGR

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS