Giudice ordina a Google di consegnare i dati degli utenti all’FBI

1730
0
CONDIVIDI

Negli ultimi anni ne sono successi di tutti i colori in rete, tra violazioni della privacy e documenti rubati da hacker e curiosi. Questa volta però non parliamo di persone qualsiasi, bensì dell’FBI, il quale attraverso un giudice ha ottenuto il potere di sapere tutto su gli utenti Google.

Infatti proprio nella giornata di ieri, il Giudice Susan Illston della US District Court della California, ha stabilito che Google dovrà consegnare all’FBI tutti i dati dei suoi utenti, così da poterli controllare con la scusa della protezione sociale.

Google aveva precedentemente rifiutato di dare l’accesso ai dati personali come la cronologia di ricerca dei suoi utenti, sostenendo che tali richieste erano illegali e senza un mandato, oltre che assolutamente anti costituzionali. Il giudice però ha respinto l’offerta di Google, obbligandola così ad effettuare le consegne.

Sulla decisione preferiamo non esprimerci, rimanendo come sempre neutrali, però chiediamo a voi: è giusto che l’FBI possa ficcare il naso nella nostra privacy?

fonte | bgr

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS