19enne finge rapimento per un esame andato male

116
0
CONDIVIDI

Quando i genitori mettono troppa pressione ai propri figli per i buoni voti a scuola possono inconsciamente spingerli verso un’azione sbagliata, come quella messa in atto da Aftam Aslam. Questo studente diciannovenne del Georgia Gwinnett College, dopo esser stato bocciato all’esame di inglese mette in scena un falso sequestro per non dire ai suoi genitori la verità. Dopo aver avvisato i propri genitori dell’avvenuto rapimento, ovviamente con un falso SMS, il ragazzo si è isolato per una settimana in un’area semi-deserta.

Purtroppo però il giovane Aslam non ha pensato bene a ciò che stava facendo. Durante i suoi giorni trascorsi fuori casa il clima si è fatto sentire sulla sua pelle. Piogga e freddo lo hanno spinto al ritorno a casa, ovviamente con mega-balla a completare il quadro dell’assurdo. Il ragazzo si è infatti inventato di esser stato drogato e tenuto prigioniero.

Interrogato dalla polizia il giovane non ha saputo reggere la pressione ed è sbottato, confessando tutto. Ora si troverà a rispondere di false dichiarazioni, inquinamento delle prove e false minacce terroristiche.

fonte | Curiosone

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS