NVIDIA Tegra 4i: il nuovo processore con LTE-Advanced

963
0
CONDIVIDI


NVIDIA ha aggiornato
il suo più performate e aggressivo processore per smartphone, il quad-core Tegra 4, dando vita al nuovo Tegra 4i CPU che include un modem NVIDIA i500 LTE che riesce a supportare le reti LTE-Advanced con velocità fino a 150Mpbs, rispetto 100Mbps delle tradizionali reti ad altà velocità.  Lo dimostra il test eseguito da CTIA per emulare una rete LTE Cat 4 (dato che ancora a livello locale non esistono) usando il Phoenix – lo smartphone di riferimento del Tegra 4i -.

A causa della continua espansione e l’avanzare nel mercato di Qualcomm e Samsung, NVIDIA è dovuta correre ai ripari con un aggiornamento che renderà il chip Tegra “a prova di futuro” rispetto ai suoi principali concorrenti, proprio perchè la casa madre utilizzando la tecnologia radio può, con un semplice upgrade del software, aggiungere il supporto per le nuove tecnologie che verranno. Infatti il Tegra 4i è completamente basato su un aggiornamento software via radio; nessun nuovo hardware, nessun nuovo processore installato e ciò risalta l’adattabilità e la flessibilità della tecnologia radio definita “via software” di NVIDIA.

Il vantaggio della tecnologia LTE-Advanced del modem sono le sue piccole dimensioni, infatti l’apparecchio è stato progettato usando Deep Execution Processors  (DXP), processori di nuova generazione progettati e implementati specificamente per algoritmi di comunicazione wireless e codici di controllo nonchè per minimizzare i consumi energetici delle applicazioni mobili. Il risultato è un modem del 60% piu piccolo rispetto ad altri della sua categoria, con un’alta velocità delle prestazioni e a basso dispendio energetico. Inoltre il modem di Tegra 4i è multi-mode, offre cioè una connessione 4G LTE Advanced ma è anche stato reso compatibile con reti di categoria 3, 3G e 2G. Ciò significa che funziona anche dove le reti LTE non sono disponibili e a oggi non sono tante le aree coperte da questa velocità di connessione.

Indiscrezioni suggeriscono, inoltre, che in futuro l’azienda ha in programma di aggiornare il processore per renderlo compatibile con la tecnologia voice-over-LTE (comandi vocali ad alta velocità). Un bel passo avanti insomma. Che però NVIDIA abbia creato un dispositivo all’ultimo minuto solo per reggere la concorreza ma si tratti comunque di una tecnologia ora come ora inutilizzabile al massimo delle potenzialità? Ditecelo voi.

fonte | BRG

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS