Smartphone e tablet addio tastiera “QWERTY”, arriva la nuova “KALQ”

5333
0
CONDIVIDI

E’ capitato a tutti, all’inizio della nostra esperienza con uno smartphone o con un tablet, di litigare con le tastiere per la posizione dei tasti che sistematicamente non riuscivamo a trovare. Un’argomento che è sempre stato oggetto di discussione per il fatto della difficoltà nella memorizzazione di tutte le posizioni dei tasti, che va poi a ripercuotersi nella velocità di scrittura. Per tutti voi c’è una buona notizia in arrivo dalla Scozia. Infatti, i ricercatori dell’University of St. Andrews, hanno studiato e messo a punto una nuova tastiera che possa migliorare proprio questi aspetti della scrittura, facendovi scrivere il 34% più veloce. Alcuni rumors, la vedrebbero già pronta per debuttare all’interno di Android.

Ma qual’è la vera innovazione di questa tastiera? Fondamentalmente è la disposizione dei tasti sullo schermo, che non è più disposta interamente su tutta la superficie virtuale dei pixel, ma viene divisa in due parti, dando così anche la possibilità di usarla con i pollici se teniamo il dispositivo in orizzontale.

Dal tradizionale “QWERTY” delle tastiere attuali, che si riferisce alla sequenza dei primi caratteri in alto a sinistra, si passerà al “KALQ”, che saranno, invece, gli ultimi caratteri in basso a destra. Questo spostamento sarà fondamentale nella scrittura di messaggi, sia per la velocità ma anche per la comodità. E’ stato calcolato, comunque, che, dopo un periodo di training di 10 ore, si passa da 20 a 37 parole al minuto.

kalq-highres-png_101901

Insomma una vera e propria innovazione che troviamo in parte all’interno dei dispositivi con iOS, che già da due anni danno la possibilità di dividere la tastiera con un semplice pinch-to-zoom, ma a differenza della “KALQ” quella di Apple è stata pensata solo per scrivere con i due pollici senza appoggiare il tablet su una superficie, ma non presenta innovazioni sulla disposizione dei tasti, che invece sono semplicemente divisi.

fonte | tom’s hardware

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS