iRadio, accordo non trovato tra Apple e alcune case discografiche

982
0
CONDIVIDI

Il WWDC 2013 si avvicina e Apple inizia la preparazione per i prossimi prodotti e servizi che verranno lanciati, uno di questi è la iRadio, il servizio di musica streaming collegato ad iTunes di cui tanto si sta parlando nelle ultime settimane.

Un progetto molto importante, a cui Apple sta dedicando parte delle sue forze, che per ora, però, sembrano non essere ripagate al meglio. Stando alle ultime indiscrezioni infatti, Apple non sarebbe riuscita a prendere tutti gli accordi necessari con le case discografiche, che andrebbe quindi a ritardare il lancio del servizio.

Malgrado gli accordi raggiunti con Universal Music, Apple non è riuscita ancora a trovarne uno con Sony Music e Warner Music, case discografiche che gestiscono gran parte degli artisti presenti su iTunes. Il fulcro del non accordo sarebbero le cifre delle royalty, che secondo le case discografiche sono troppo basse e per questo non accettabili. Apple vorrebbe offrire una royalty pari a 12,5 centesimi per ogni 100 brani in streaming, come offerto da Pandora, ma molto meno rispetto a quanto l’azienda voleva pagare inizialmente.

Alle case discografiche però, non va bene che Apple vada ad allinearsi con la concorrenza, visto che la iRadio avrebbe di sicuro dei margini superiori e già può godere di milioni di utenti iTunes rispetto a quelli del servizio di Pandora e Spotify.

Il ritardo però potrebbe far slittare solamente il lancio del servizio, mentre la presentazione dovrebbe avvenire il 10 giugno al WWDC 2013.

fonte | appadvice

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS