Asus, un Q1 2013 all’insegna dei tablet

964
0
CONDIVIDI

Asus ha venduto 3 milioni di tablet nel Q1 2013 per un profitto di 202 milioni di dollari e un +5.8% rispetto al 2012. Un risultato eccezionale, che equivale a 1 milione di tablet venduti ogni mese; numeri che Asus ha coltivato in questi ultimi anni, raccogliendone ora i frutti.

Già lo scorso anno, con l’uscita di Nexus 7 e PadFone avevamo visto l’importante impegno messo dalla società sul settore dei tablet, che aveva provato a rivoluzionare grazie alla propria filosofia. Rispetto allo scorso hanno le vendite sono aumentate del 214%, confermando così l’importanza dell’azienda in questo mercato.

Asus, visti i risultati dello scorso hanno, non si è fermata e ha cercato di migliorarsi sempre di più, anche con la concorrenza spietata di Apple e Samsung, che ancora oggi occupano fette di mercato molto ampie. Un investimento molto importante è stato anche quello sui tablet Windows RT e 8, che però al momento non sta dando i frutti sperati, colpa anche di Microsoft, che non ha saputo sfruttare al meglio il suo OS.

Cuota-mercado-fabricantes

Dai documenti esce un altro dato importante, infatti i rumors vedrebbero Asus come destinata a diventare ancora una volta la produttrice scelta da Google per il suo Nexus Tab, il quale lo scorso anno ha fatto scintille nel mercato, registrando guadagni record e vendite al di sopra delle aspettative. Il nuovo Nexus Tab potrebbe essere presentato al Google I/O 2013 e la sua uscita è prevista per la fine dell’estate.

fonte | engadget

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS