Adobe Creative Cloud in arrivo a Giugno

768
0
CONDIVIDI

Tante novità per Adobe dal prossimo Giugno: la famosa e molto apprezzata serie di strumenti appartenenti alla Creative Suite effettuerà un grande salto verso la tecnologia cloud.

Il nuovo pacchetto prenderà il nome di Adobe Creative Cloud, nome che già conosciamo dallo scorso anno, e sarà disponibile a partire dal prossimo 17 Giugno, con una piccola differenza rispetto al tradizionale sistema di distribuzione dell’attuale pacchetto CS: Adobe CC, infatti, verrà distribuito solo tramite sottoscrizione di un abbonamento.

Ciò che rende particolare questa scelta di Adobe è che, una volta al mese, il programma in uso effettuerà un controllo della validità della sottoscrizione mensile e, se scaduta, ci chiederà di rinnovarla; in caso contrario non sarà possibile utilizzare l’applicazione e il servizio cloud offerto da Adobe.

Adobe aveva introdotto Creative Cloud lo scorso anno in contemporanea al lancio della versione CS 6 dei suoi software, decidendo poi quest’anno di puntare tutto su di essa. Ma cosa cambia ora? I vantaggi sono sicuramente molti: software sempre aggiornati all’ultima versione disponibile in automatico, e disponibili sul mercato molto più rapidamente.

Ciò che caratterizza quest’ultimo aggiornamento, poi, è l’integrazione con applicazioni e servizi, come ad esempio con Behance, servizio online acquistato da Adobe lo scorso Dicembre che permette agli artisti di condividere i propri lavori e ricevere opinioni da altri utenti.

Adobe Creative Cloud sarà disponibile al prezzo di 61,49€ al mese, con abbonamento di durata minima pari a un anno, oppure rinnovabile di mese in mese a discrezione dell’utente al prezzo di 92,24€ al mese, nel caso sia la prima volta che l’utente acquisti un pacchetto Adobe. Se si è già regolarmente in possesso di una licenza per le versioni CS dalla 3 alla 5 l’abbonamento costerà 36,89€, mentre chi ha acquistato la CS6 potrà ottenere un prezzo d’abbonamento pari a 24,56€.

Ma non è tutto: sarà infatti possibile sottoscrivere un abbonamento anche per singole applicazioni a 24,59€, ma non tutte sono attualmente disponibili per questa tipologia di sottoscrizione.

Tramite questo passaggio molto importante, Adobe avrà modo di ottenere guadagni più costanti nel corso dell’anno e, sopratutto, dovrebbe riuscire a ridurre ampiamente il fenomeno della pirateria, sopratutto grazie alla possibilità offerta di utilizzare software professionali ad un prezzo decisamente più accessibile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS