Anche al Camp Nou c’è solo il Bayern. Dopo un anno è di nuovo finale

40
1
CONDIVIDI

Dopo appena un anno di attesa, il Bayern Monaco è di nuovo in finale di Champions League. Una finale guadagnata e meritata, dimostrando di essere la squadra più forte in assoluto e superando tre squadre di grandissimo valore come Arsenal, Juventus e Barcellona. A Wembley, il 25 maggio, sarà una finale tutta tedesca contro il Borussia Dortmund, a dimostrazione della superiorità odierna del calcio tedesco su quello spagnolo e inglese. Heynches, Rumenigge e Beckenbauer, hanno costruito in pochissimo tempo la compagine del futuro, che non punta solo su nomi altisonanti ma bensì sul gioco, sul lavoro e su di un modello di organizzazione esemplare in ogni suo aspetto.

Un tecnico sessantottenne ma lucido e modernissimo, che del gioco del calcio ne fa una versione semplicissima ma che fa stropicciare gli occhi. Anche in trasferta è arrivato uno 0-3 (0-7 il totale) che non lascia alibi a rimpianti o proteste.  Non c’è stato il tanto atteso miracolo in casa Barcellona, forse perché non ci credevano davvero neanche i blaugrana, annichiliti dalla forza di un Bayern Monaco ch anche in Spagna ha meravigliato per coraggio, forza e spirito di quadra. Chi si aspettava i padroni di casa subito all’attacco, ha capito dopo appena 10’ di gioco che anche in Catalogna la storia sarebbe stata la stessa, soprattutto quando dall’elenco delle formazioni non usciva il nome di Lionel Messi, tenuto a riposo perché ancora malconcio. Così Robben (ancora una magia), un autorete di Pique e un goal del solito Mueller, consegnano ai bavaresi le chiavi della finalissima di Wembley. Una finale tutta made in Germany.

 

ARCELLONA-BAYERN 0-3 (0-0)
BARCELLONA (4-3-3):
 Valdes 5,5 – Alves 4,5, Bartra 5 (42′ Montoya sv), Piqué 6, Adriano 4,5 – Xavi 5 (11′ st Sanchez 5), Song 5, Iniesta 5 (20′ st Thiago Alcantara 5,5) – Villa 4,5, Fabregas 4,5, Pedro 5,5.
BAYERN (4-2-3-1): Neuer 6 – Lahm 7 (32′ Rafinha sv), Van Buyten 6,5, Boateng 6,5, Alaba 6,5 – Martinez 7 (29′ st Tymoshchuk sv), Schweinsteiger 7,5 (21′ st Luis Gustavo 6) – Ribéry 7,5, Müller 7,5 Robben 7,5 – Mandzukic 6,5.
ARBITRO: Skomina 7.
RETI: 4′ st Robben, 28′ st Piqué (autorete), 31′ st Müller..
NOTE: Ammoniti Robben, Alves, Piqué. Spettatori 95 mila

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Partita incredibile dominata da una squadra formidabile in qualsiasi reparto.