Dell Latitude 10: la recensione

6119
0
CONDIVIDI

Quest’oggi siamo di fronte ad un interessantissimo prodotto marcato Dell, per l’esattezza abbiamo avuto la possibilità di provare il Latitude 10, un tablet ad indirizzo prettamente business che unisce le agevolazioni offerte da un tablet ad i vantaggi di una soluzione Desktop tradizionale. Ma partiamo con i vari punti che caratterizzano questo prodotto.

Linee, forma ed ergonomia

Il Latitude 10 si presenta come un tablet standard dalle dimensioni di 274 x 176,6 x 10,5 mm ed un peso non certo contenutissimo di 658g (configurazione con batteria base), è dotato di chassis a profilo stondato in lega di magnesio del medesimo colore circondato da una livrea nera che segue i profili del tablet e che racchiude tutta la connettività e quasi tutti i pulsanti dello stesso.

Il pulsante Windows è integrato nel vetro Gorilla Glass che protegge e racchiude il display, mentre altrettanto bene sono integrate nello chassis e di nuovo nel vetro anteriore le due fotocamere, quella posteriore è racchiusa inoltre in un rettangolo in vetro insieme al flash; sempre sul lato posteriore spicca l’elegantissimo marchio Dell inciso direttamente nello chassis e il pulsante di sblocco della batteria che però stona rispetto la linea del tablet e soprattutto appare decisamente meno resistente del  resto del dispositivo, che dobbiamo dir la verità, si dimostra estremamente robusto probabilmente in quanto, destinato ad ambiti professionali e quindi ad uso intenso e prolungato.

Nella cornice di contorno al tablet sono  posizionati superiormente i pulsanti di accensione e blocco rotazione, un pò piccolini e a dir la verità poco pratici (soprattutto quello di accensione).

Nella versione da noi provata, Dell ci ha fornito anche la batteria supplementare da 4 celle e 60 wh che contribuisce ad aumentare ulteriormente l’ingombro (sporge rispetto la scocca posteriore) e aumenta il peso complessivo tuttavia, come vedremo in seguito, migliora sensibilmente la durata di lavoro del tablet.

Caratteristiche Hardware e connettività

Dell Latitude 10

Il Latitude 10 è equipaggiato con processore Intel Atom Z2760 da 1,80 GHz, memoria RAM da 2GB e HD allo stato solido da 64GB. Il display da 10.1 pollici, è dotato di pannello IPS con risoluzione massima di 1366×768, luminosità (molto buona anche per usi esterni) di 450 cd/m2 e contast ratio di 1516:1, il comparto touch è di tipo capacitivo, inoltre tramite la porta HDMI (su monitor/TV predisposti) è possibile godere di immagini in Full Hd.

La protezione Gorilla Glass eccezionale in termini di qualità e resistenza influenza purtroppo però i riflessi in caso di esposizione diretta alla luce, ma questo è un problema abbastanza diffuso fra i prodotti di questo tipo.

Il Latitude 10 è dotato, come già accennato precedentemente di due fotocamere:

  • Anteriore – 2 megapixel superiore ad altri dispositivi dotati di questo accessorio si comporta molto bene soprattutto nelle videoconferenze, molto meno invece nelle vesti di fotocamera tradizionale (temperatura del colore non perfetta).
  • Posteriore – 8 megapixel comparabile con una fotocamera di media qualità permette di ottenere immagini con una risoluzione di 3264×2448 con buoni risultati anche in caso di non elevatissima luminosità, tuttavia in questo caso il disturbo è ben più evidente ed anche l’uso del flash a led in dotazione non migliora di molto i risultati.

La connettività di questo tablet è molto buona in linea con le aspettative di un prodotto ad indirizzo prettamente lavorativo sono infatti presenti:

Lato Destro

  • 1 x USB 3.0 1 x Mini HDMI
  • 1 x Jack 3,5 Audio combo

Lato Superiore

  • 1 x Lettore Memory Card

Lato inferiore

  • 1 x Connettore mini USB (con funzione di ricarica)
  • 1 x Connettore proprietario per Dock station e alimentazione

Lato Sinistro

  • 1 x Kensington Lock

Vano Batteria

  • 1 x Slot Sim (WWAN) disponibile nel nostro modello ma non in tutte le configurazioni

Da sottolineare anche la presenza di un adattatore esterno HDMI/DVI e un adattatore USB/Rj-45.

Dell TechGenius App

Inoltre il Latitude 10 è dotato di connettività Wi-Fi e Bluetooth 4.0 grazie alla scheda Scheda combo Dell Wireless 1536C (802.11 a/b/g/n) e Bluetooth 4.0 LE, ad arricchire questo già completissimo parco connessioni Dell aggiunge una Dock station (accessorio) veramente utile di cui parleremo più avanti nella nostra recensione.

Il comparto audio è di qualità standard, e le due casse posizionate nella parte posteriore (sullo chassis) si comportano discretamente anche se tuttavia la posizione delle mani spesso ostruisce la fruizione dell’audio, meglio sicuramente quando usate sulla Dock station, tuttavia è sempre auspicabile l’uso di auricolari se devi ascoltarte musica o guardare un film.

[slider crop=”yes” slide1=”http://www.overpress.it/wp-content/uploads/sites/2/2013/04/Latitude-10-lato.jpg” slide2=”http://www.overpress.it/wp-content/uploads/sites/2/2013/04/Latitude-10-Start.jpg” slide3=”http://www.overpress.it/wp-content/uploads/sites/2/2013/04/Latitude-10.jpg”][/slider]

Software e prestazioni

Iniziamo col dire che questo voto sarebbe potuto essere sicuramente più alto ma, Windows, qui nella versione 8 pro, purtroppo ancora non riesce a convincermi più di tanto, per carità le prestazioni sono ottime considerando anche che il sistema qui impiegato non è progettato per un’architettura mobile ma per una standard e considerando che l’hardware del Latitude 10 è di tutto rispetto, tuttavia l’ambiente di lavoro di un PC standard è prevalentemente il Desktop e in Windows 8 questo risulta essere difficilmente gestibile attraverso le classiche di gesture di un touchscreen tipico invece di un tablet, sicuramente collegando una tastiera e un mouse (quando connesso alla Dock station) si può colmare tale lacuna. Ovviamente windows 8 pro ci permette l’uso di applicazioni standard installandole attraverso le chiavette USB o attraverso un’unità DVDRW esterna (USB), senza dover utilizzare le ancora non eccezionali App del market dedicato e questo sicuramente è un punto in più, tuttavia pur se potente l’hardware del tablet non è sicuramente paragonabile a quello di un Notebook/Ultrabook di ultima generazione (soprattutto si avverte la mancanza dei 64bit) quindi anche in questo caso le limitazioni inficiano poi sull’effettivo impiego di applicazioni magari più pesanti, però considerando che questo è uno strumento prevalentemente portatile e indirizzato a persone in movimento è certo che le applicazioni utili a costoro sono ampliamente supportate e prestanti, ovviamente la scheda video basata su PowerVR SGX 545 è pensata per consumare poco e perciò non ci regala prestazioni esaltanti soprattutto in ambito videoludico (manca anche il supporto alle Directx 10.1).

Risulta spesso scomoda anche la tastiera virtuale, che occupa in alcuni casi metà dello schermo e in alcune circostanze deve essere richiamata manualmente cioè non si attiva automaticamente in presenza di Text Box.

Dell non è mai troppo invadente nella personalizzazione dei suoi prodotti e anche in questo caso non c’è eccezione, infatti Windows potrebbe apparire come per nulla personalizzato ma in realtà si scorgono una guida introduttiva all’uso del tablet, e un’applicazione che consente il download e l’installazione di utilità del tablet in bundle con lo stesso (Dell Digital Delivery).

Ottime le prestazioni in fase di avvio e di apertura delle finestre di Windows, come ottima risulta anche la precisione del touchscreen, unico neo, spesso a causa del sistema operativo cliccare su alcune finestre o opzioni è abbastanza complesso in quanto molto piccolo e spesso ravvicinato ad altre funzioni con la conseguente probabilità di commettere errori.

Batterie (sì, plurale)

Latitude 10 batteria 60 mAh

E’ un dispositivo come già abbiamo detto più volte pensato per un uso intenso e continuato quindi le prestazioni della batteria in dotazione standard (2 celle 30Wh) sono in linea con queste aspettative soprattutto in considerazione del fatto che si può dotare il Latitude di una batteria supplementare maggiorata (4 celle 60WH) che quasi raddoppia le già buone prestazioni, ovviamente questo comporta un aggravio di peso e di ingombro ma sicuramente ci consente di non rimanere mai senza carica, generalmente la durata si assesta sulle 7/15 H con batteria 30/60Wh con uso normale e Wi-Fi attivo, usandolo però come semplice ebook reader (luminosità ridotta e connettività assente) si riesce persino a stare senza caricare il tablet per 30h con la batteria a 4 celle da 60Wh. 

Accessori e conclusioni

Il modello da noi testato c’è stato fornito da Dell in un bundle veramente completo, abbiamo infatti per le nostre prove anche la Dock Station, la penna digitale stilo Wacom attiva e la cover protettiva Soft touch case oltre alla già citata Batteria supplementare da 60 Wh.

Dock station

Dock Latitude 10

Accessorio praticamente indispensabile per sfruttare appieno la duplice valenza di questo tablet, costituita di plastica e acciaio si presenta come un blocco unico molto stabile e solido che permette di poggiare il tablet su di una scrivania come un qualsiasi monitor standard offrendoci ulteriori porte di comunicazione non che una comodissima presa RJ-45, tutto chiaramente ricaricando il tablet.

Sono presenti ben 4 porte USB (1 anteriore e 3 posteriori), 1 ingresso jack combo da 3,5 mm, la già citata Presa rj-45 per una ottima giga-lan, una porta Hdmi standard passante e il connettore basculante a molla per il collegamento del latitude sia nella configurazione con batteria base, sia nella configurazione con batteria maggiorata; è previsto ovviamente anche il connettore proprietario per l’alimentazione della dockstation.

l’impiego della dock station blocca l’uso della porta mini-USB del tablet ma ci offre connessioni più che soddisfacenti in aggiunta. Questo dispositivo ci consente di collegare tastiera e mouse trasformando il tablet in una soluzione simil-Desktop e sfruttando appieno le caratteristiche del sitema Windows 8 Pro.

Stilo Wacom attivo

E’ un classico stilo per notepad leggero e in plastica di colore nero, a dire il vero in termini qualitativi c’è sicuramente di meglio e soprattutto si avverte nel tablet la mancanza di un comparto di alloggio per questo accessorio, che comunque si comporta in maniera pulita ed efficace, buona anche la sensibilità nel riconoscimento del testo scritto per il quale però è consigliato l’uso di software dedicato.

Soft touch case

Ha il merito di fornire un robusto sistema protettivo al tablet, molto lineare e sobria in gomma di colore nero consente diverse inclinazioni, ha il merito di avere la possibilità di alloggio dello stilo. Sicuramente è un buon guscio protettivo ma aumenta ulteriormente le dimensioni e il peso del dispositivo. Da usare solo in casi di appurata sbadataggine.

Questo tablet ha un costo variabile a seconda degli optional e della configurazione scelta tuttavia rimane abbastanza in linea con prodotti sia tablet che notebook di pari caratteristiche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS