Google e la NASA, accordo per la ricerca di nuovi pianeti

1092
0
CONDIVIDI

Google si allea con la NASA, raggiungendo un accordo storico, che porterà al compimento di uno dei progetti più importanti della storia tecnologica e scientifica, due importanti settori che si uniranno per cercare di scoprire di più su ciò che ci circonda nell’universo.

Infatti i ricercatori di Google e del MIT collaboreranno con la  NASA al progetto TESS (Transiting Exoplanet Survey Satellite), previsto per l’avvio nel 2017, volto all’individuazione di nuovi pianeti extrasolari con caratteristiche simili a quelle del pianeta Terra, e quindi pianeti in cui un domani sarà possibile abitare o comunque visitare. L’accordo prevede di utilizzare i satelliti di Google e del MIT, che hanno una potenza tale da ricoprire 400 volte di più lo spazio profondo rispetto a quelli utilizzati in precedenza dalla stessa NASA.

Il TESS è capace di identificare migliaia di nuovi pianeti al di fuori del sistema solare, sfruttando un sistema di telescopi di nuova generazione molto più potenziati e definiti, che andranno a far conoscere in modo più dettagliato anche i pianeti e i satelliti più lontani. John Grunsfeld, amministratore associato della NASA ha dichiarato:

“Il Programma di Esplorazione ha una lunga e stellare storia di missioni veramente innovative volte allo studio di alcune delle più eccitanti questioni sulla scienza spaziale. Con queste missioni comprenderemo gli stati più estremi della materia attraverso lo studio di stelle di neutroni e si individueranno molti sistemi stellari vicini con pianeti rocciosi nella zona abitabile per ulteriori studi tramite i telescopi, come il James Webb Space Telescope”.

Perciò parliamo di una missione molto importante, che porterà grande innovazione e scoperte sensazionali, magari trovando anche segni di vita extraterrestri e naturalmente noi non vediamo l’ora.

fonte | tecnological-videogames

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS