Tiscali sfida Google con Istella

660
0
CONDIVIDI

Tiscali ci riprova. Il fondatore della nota azienda italiana, Renato Soru, vuole provare a puntare di nuovo sui motori di ricerca e per farlo lancia il progetto Istella. Un tentativo era stano fatto già nel 2000, e anche con discreti risultati, visto che Ixe, così si chiamava all’epoca, fu acquistato proprio da Google per 10 milioni di dollari e inglobato nel famoso algoritmo che ogni giorno fornisce miliardi di risultati.

Questa volta sarà diverso, dice Renato Soru dopo aver affermato di essersi pentito per la vendita di Ixe a Google. Dalla homepage del servizio potrete cercare qualsiasi cosa presente sul web, quindi pagine internet, immagini, video, notizie, mappe e molto altro. Istella è però più interattivo rispetto a Google Search. Infatti, grazie alla scheda “Contribuisci” potete aggiungere file da mettere a disposizione degli altri. E’ presente anche una sezione “Condividi”, molto in stile Pinterest, dove sono presenti tutti gli elementi inseriti dagli altri utenti.

Istella pone un occhio di riguardo verso la privacy degli utenti. Infatti, le ricerche saranno anonime e non verranno assolutamente memorizzate. Iscriversi è semplice: basta un indirizzo email oppure potete accedere mediante il vostro account Facebook.

Per ulteriori informazioni o per prendere confidenza con il servizio, cliccate qui.

fonte | corrierecomunicazioni

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS