Avvocato addebita le ore di sesso col cliente

373
0
CONDIVIDI

Un avvocato matrimonialista del Minnesota, tale Thomas Lowe, ha intrapreso una relazione sentimentale con una sua assistita durante i mesi in cui la stessa portava avanti le pratiche legali per la separazione dal marito.

A rivelarlo è stata la donna stessa che, a sei mesi dall’inizio della relazione, si è vista scaricare dal suo amante 58enne e ha tentato di suicidarsi. Il drastico tentativo non è però andato a buon fine e durante le settimane di degenza seguite al tentato suicidio, la malcapitata ha confessato le ragioni del suo tormento. Nella parcella consegnata alla cliente-amante al termine dei sei mesi nei quali si è compiuta la pratica di divorzio e la loro stessa relazione, l’avvocato ha preteso il pagamento di tutte le ore passate insieme alla donna. Non solo quelle in cui si sbrigavano pratiche ma anche quelle dei loro incontri galanti, a base di cene romantiche e incontri di sesso.

La beffa è comunque costata cara al professionista: l’Ordine degli avvocati del suo Stato, il Minnesota, lo ha sospeso in tronco a tempo indeterminato. La radiazione, comunque, potrebbe essere definitiva.

fonte | Notizie

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS