UK: nel 2016 il microchip nei cani diventa obbligatorio

797
0
CONDIVIDI

Da aprile 2016, tutti i cani in Inghilterra dovranno essere dotati di microchip per l’identificazione. I proprietari che non fanno inserire il microchip all’interno dei loro amici a quattro zampe verranno multati. Dotare il proprio animale domestico di un chip per l’identificazione è una pratica comune in UK. Tutti i veterinari del Regno Unito consigliano di inserire tale microchip in cani e gatti.

Questo chip RFID, grande quanto un chicco di riso, viene inserito tra le scapole dell’animale con una grande siringa, e di solito contiene un codice a 15 cifre composto da 3 cifre, che identificano il paese, e da 12 cifre che rappresentano il codice univo dell’animale. Queste informazioni vengono memorizzate in un database centralizzato che consente anche ai proprietari di inserire le loro informazioni di contatto e l’indirizzo. Ogniqualvolta un animale perduto viene trovato è scansionato, si potrà conoscere il suo legittimo proprietario. La legge non obbliga ancora i proprietari dei gatti ad applicare tale chip, forse perché quest’ultimo sono poco propensi ad uscire di casa.

fonte | The Verge

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS