Cloud computing: solo il 29% delle imprese lo utilizzerà nel 2013

730
0
CONDIVIDI

Il 2013 sarà un anno molto importante per il cloud computing, questo però non sembra riguardare fino in fondo il nostro paese. Infatti, soltanto il 29% delle imprese utilizzerà il cloud computing nel 2013, almeno secondo una ricerca pubblicata da Enter the Cloud. Quello appena terminato è stato l’anno della prima “svolta cloud” in Italia, l’anno in cui la nuvola ha cominciato a scrollarsi di dosso i panni pionieristici e sperimentali per iniziare ad integrarsi nelle strategie IT delle aziende. Un primo “moto” di adozione guidato dall’accesso in remoto alle risorse e dal risparmio sui costi infrastrutturali.

Quest’anno va un po’ meglio, almeno sotto il punto di vista dell’interesse. Lo dimostra anche il numero di risposte ottenute con la nostra nuova survey on line: l’anno scorso 124 utilizzabili raccolte in quasi 2 settimane, quest’anno 1000 in sole 3 ore. Ma se sul piano dell’interesse c’è stata una crescita, il livello di adozione nelle aziende è solo all’inizio di una strada lunga e, per molti versi, tortuosa: sono (relativamente) pochi a scegliere il cloud e, chi non lo fa, spesso è trattenuto dalle tematiche relative alla sicurezza e alla privacy dei dati. Come dire… siamo alle solite. Inoltre, è piuttosto elevata l’impreparazione (ammessa con sincerità) delle risorse umane a disposizione. Due quinti degli interpellati citano come fattore frenante i problemi di connettività e, per moltissimi, “cloud” è sinonimo di storage, hosting o servizi e-mail.

Vedremo se queste stime saranno rispettate oppure se tale nuovo servizio risconterà maggiore interesse da parte delle imprese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS