Secondo Lenovo, i tablet da 7″ non sono una minaccia al mercato dei PC

1142
0
CONDIVIDI

Con una cospicua varietà di tablet Android da 7 pollici già disponibili sul mercato, così come il nuovo iPad Mini e la possibilità di vedere in futuro anche un Xbox Surface della stessa dimensione, il 2013 potrebbe davvero essere l’anno dei dispositivi da 7 pollici.

Le vendite di questo segmento di prodotto sono destinate a raddoppiare nel 2013, cosicché i 34 milioni di unità vendute nel 2012 potrebbero arrivare a 67 milioni nel 2013. Queste cifre (riferite ai tab da 7″), rappresentano un margine del 28% su tutti i tablet attualmente in vendita, ed è verosimile, che questa percentuale salga al 33% nel 2013.

Nonostante queste cifre, tuttavia, il maggior venditore di computer al mondo non è preoccupato. Lenovo, infatti, pur offrendo già diversi dispositivi da 7″, pensa che questa fascia di prodotti, piuttosto che rubare margini ai computer veri e propri, rubi margini esclusivamente agli smarphone.

C’è da sottolineare, che una affermazione simile fatta da un produttore come Lenovo, potrebbe avere anche un certo fondamento di verità. Lenovo infatti, negli anni, ha registrato ottime vendite, e questo naturalmente è avvenuto perché ha saputo ben inquadrare i prodotti della concorrenza e il mercato dei PC in generale, e questo potrebbe presupporre un pensiero, tutt’altro che campato in aria.

Dopo l’annuncio dell’iPad Mini, infatti, il CEO Yang Yuanqing, ha affermato:

“…il mercato accetterà i tablet da 7″ meglio di quelli da 10″. Questo è di sicuro un forte segnale del fatto che i tablet non andranno a sostituire i tradizionali PC. Probabilmente, i tablet andranno a fare concorrenza agli smartphone dotati di grandi display piuttosto che ai computer veri e propri…”

 

fonte | BGR

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS