Maglietta anti disidratazione analizza il sudore

940
0
CONDIVIDI

La maglietta che misura i sali corporei, analizzando il sudore. Può essere utile ad atleti, addetti a lavori usuranti e a nei test per la fibrosi cistica.

La quantità di sudore prodotta dal nostro corpo è direttamente proporzionale alla dimensione dell’antiestetica “ascella pezzata”. E così il tessuto bagnato ci dice quanto liquido perdiamo, ma non ci dà indicazioni sulla quantità di sali minerali eliminati. A dare una misura dei “sali sudati via” è un nuovo tessuto, pensato per magliette e altri indumenti, sviluppato dall’Istituto dei materiali per l’elettronica e il magnetismo del Cnr (Imem-Cnr) di Parma.

Quando questa fibra è inserita nella maglietta, magari solo nei punti strategici come ascelle e collo, l’indumento diventa un dispositivo per monitorare la disidratazione. L’informazione è utile per gli atleti: basta un segnale di «sali bassi» per correre ai ripari con gli integratori, evitando i crampi. Chi indossa la maglietta “misura sali” non si accorge di nulla: al tatto non c’è differenza tra il cotone di un indumento normale e quello modificato in laboratorio. Il dispositivo che si comporta come un sensore è integrato nella trama dell’indumento.

fonte | Corriere della Sera

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS