Rivoluzione in casa Apple: via Scott Forstall e John Browett

566
0
CONDIVIDI

Tra un nuovo Nexus da un parte e Windows Phone 8 dall’altra, giunge direttamente da Cupertino una notizia molto importante, che sicuramente segnerà il destinato della società Apple negli anni a venire. Apple ha infatti annunciato, tramite un comunicato, che due dei suoi più alti dirigenti abbandoneranno la nave il prossimo anno. Stiamo parlando di Scott Forstall e John Browett: il primo è colui che ha portato nelle vostre tasche iOS, gestiva infatti lo sviluppo di questo sistema operativo mobile, uno dei migliori sul mercato. Il secondo era invece addetto agli Apple Store, ma era entrato in gioco solamente da pochi mesi.

La perdita di Scott Forstall è assolutamente da non sottovalutare. Scott sembrava una delle cariche più autorevoli in Apple, ma evidentemente gli errori fatti con l’applicazione mappe hanno segnato il proseguo della sua carriera in Apple.

Ma passiamo alla riorganizzazione post-Forstall/Browett:

Craig Federighi assumerà il ruolo di Scott, ovvero sarà a capo della divisione iOS, guidando contemporaneamente anche la divisione OS X. Il Senior Vice President dei servizi Internet Eddy Cue assumerà il controllo dello sviluppo di Siri e Mappe, in quanto entrambi i prodotti sono accorpati nello stesso gruppo, un po’ come iTunes Store, App Store, iBookstore e iCloud. Jony Ive, colui che da forma ai prodotti Apple, assume la direzione delle risorse umane, diventando sempre più importante nello scacchiere Apple.

Secondo le voci che arrivano da ex-dirigenti Apple, Scott Forstall non era ben visto dagli altri dirigenti Apple. Era il più vicino a Steve Jobs, ma sia Ive che Bob Mansfield non lo vedevano di buon occhio. Questa notizia era comunque nell’aria, visto che Forstall non era presente al lancio del nuovo iPad mini.

Per fortuna, l’urgano Sandy sta tenendo chiusa Wall Strett, altrimenti questa notizia avrebbe potuto fare più danni di quanto ha già fatto il prezzo dell’iPad mini.

fonte | 9to5mac

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS