Jonathan Ive: l’iPad mini è una concentrazione e non una riduzione

758
0
CONDIVIDI

Perchè l’iPad mini costa 329 dollari invece che 200? Nel video di promozione, il Senior Vice President del desing Apple, il venerabile Sir Jonathan Ive, dà una spiegazione implicita. L’iPad mini non è un iPad ridotto, ma concentrato.

Ecco la sua logica:

Ive inizia affermando che gli obbiettivi di Apple non erano di realizzare un iPad più economico, più perverso, ma un modello più piccolo, che non compromette l’esperienza dell’iPad:

Il nostro obbiettivo era qullo di prendere tutte le cose incredibili che si possano fare con l’iPad full size, e comprimerle in un prodotto molto più piccolo, ed è quello che abbiamo fatto con l’iPad mini.

E continua:

Quello che abbiamo fatto è tornare all’inizio. È abbiamo preso del tempo per progettare un prodotto che era una concentrazione, e non una riduzione dell’originale.

Poi parla di dettagli:

Abbiamo sentito che 7,9 pollici era esattamente la dimensione del display che volevamo. Ma è diventato chiaro che abbiamo dovuto ridurre la larghezza dei bordi in modo che si possa raccoglierlo e utilizzarlo con una sola mano.

Abbiamo continuato a sviluppare il nostro processo di produzione unibody. Ci sono essenzialmente due parti: il vetro e l’alluminio, e il bivio, dove le due parti si uniscono, in realtà è incredibilmente importante.

Il diamante con taglio smusso si incontra perfettamente con il vetro. E penso che sia un dettaglio bello, che riduce ulteriormente, e lo rende effettivamente più resistente”.

Il risultato, dice Ive, è un dispositivo più piccolo, che si possa usare con una sola mano che espande le possibilità dell’iPad, e non le riduce.

Tutti questi sforzi si combinano per creare un prodotto incredibilmente sottile e leggero, ed ha una forma straordinaria, e un’incredibile finitura. E penso che il risultato è uno straordinario iPad. Sarà utilizzato in luoghi diversi, e in modi diversi.

La delusione del prezzo rimane, se fosse stato di 200 dollari avrebbe conquistato il mondo, ma dopo aver sentito Ive, si rimane più in sintonia con il pensiero di Apple.

fonte | Cult of Mac

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS