Sony: via altri 2.800 dipendenti in Giappone

359
0
CONDIVIDI

Sony sta continuando il suo processo di ristrutturazione. Dopo aver pianificato una massiccia riduzione della sua forza lavoro, Sony sta pensando di licenziare altri 2.800 dipendenti in Giappone. Il nuovo amministratore delegato ha spiegato che l’iniziativa dovrebbe prevedere una riduzione della forza lavoro di ben 10.000 dipendenti entro la fine dell’anno fiscale 2012.

Come parte finale della ristrutturazione, la produzione di lenti intercambiabili per reflex digitali, blocchi lenti e telefoni cellulari a Minokamo sarà assorbita dal sito sito Kohda, sempre di Sony. Di conseguenza, il sito di Minokamo, che da lavoro a circa 840 dipendenti diretti, chiuderà alla fine di marzo 2013. Considerando che il settore telecamere di Sony è uno dei più vasti e remunerativi per l’azienda, avendo a disposizione una vasta gamma di sensori, questo taglio getta parecchi dubbi sul futuro della società.

Tuttavia, l’azienda sta attuando anche un “programma di prepensionamento”, che interesserà oltre 2.000 dipendenti, che finiranno in anticipo la loro attività lavorativo entro la fine dell’anno fiscale a marzo.

fonte | The Verge

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS