Apple e l’effetto ipnosi

908
0
CONDIVIDI

Mentre ero impegnato nella stesura dell’articolo nel quale vi segnalavamo la situazione negli Apple Store dove stava per essere messo in vendita l’iPhone 5, mi sono soffermato un paio di minuti a guardare le immagini che arrivavano dai vari “negozi” Apple.

La gente in coda era, e sarà tutt’ora, tanta, tutti lì ad attendere, anche per più di una notte, al freddo, l’uscita del nuovo iPhone 5. Ma questo non accade soltanto per l’iPhone. Ad ogni nuovo prodotto Apple immesso sul mercato si ripete la solita storia. Ma cosa mette in moto questo assurdo meccanismo nella mente dei consumatori? Cosa spinge una persona a passare più di una notte sdraiato per terra per acquistare uno smartphone da quasi 700 dollari?

Se ci pensate un secondo, tutto questo può sembrare assurdo, quasi impensabile. Difficile trovare una spiegazione a questo fenomeno, un’ipnosi che di anno in anno contagia sempre più persone che non vedono l’ora di mettere le mani sul nuovo dispositivo Apple prima di tutti gli altri.

Ma perché qualcosa di simile non accade anche con il lancio di nuovi prodotti Samsung? Perché al lancio del Galaxy S III – che potrebbe essere addirittura superiore all’iPhone 5 in quanto a caratteristiche – non si sono formate tutte queste code davanti ai rivenditori?

Una spiegazione a questo provo a darvela io: Apple, differentemente da Samsung e co. possiede una determinata tipologia di dispositivi. Ci sono gli iPhone, l’iPad, gli iPod e i Mac. Quanto la società lancia un iPhone, come il 5, l’utente sa che quello sarà lo smartphone Apple per l’intero anno a venire. Lo stesso vale per i Mac e per gli iPad e iPod.

Con Samsung questo non accade. Il consumatore che ha acquistato il Galaxy S III il giorno del lancio sicuramente sarà rimasto deluso nello scoprire che lo stesso smartphone che lui ha acquistato per oltre 600 dollari ora è disponibile in quel supermercato a 100 dollari in meno. Oppure che uno smartphone da soli 300€ come il Galaxy Nexus può godere dell’ultima versione di Android mentre il suo, da 600€ no.

Questa è secondo me ciò che spinge molte persone a scegliere Apple e a rimanergli fedele con il passare degli anni. Per quanto riguarda le code però, beh lì non so trovare risposta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS