TeamViewer: la miglior soluzione per il controllo remoto

2985
0
CONDIVIDI

Oggi vogliamo recensirvi TeamViewer, un’ottima soluzione per il controllo remoto del proprio Mac o PC. Il punto di forza di questo software è sicuramente la piena compatibilità con Windows (già compatibile con Windows 8), Mac, Linux e iOS.

Per quanto riguarda la parte desktop, ciò che andremo ad installare, sarà un piccolo client / server che si presenterà come nell’immagine seguente.

Il software viene presentato dall’azienda con questa semplice descrizione:

Nell’arco di pochi secondi potrete instaurare un collegamento ad un computer qualsiasi tramite Internet e controllare il computer a distanza, come se foste seduti lì davanti. Vedete perché piú di 100 millioni di utenti contano su TeamViewer.

E questo slogan ci è piaciuto perché in effetti come potete vedere, subito dopo l’installazione o l’avvio (non siamo infatti obbligati ad un’installazione) ci troviamo di fronte ad un interfaccia davvero semplice e intuitiva. Sulla sinistra troviamo il nostro ID con la password (da fornire alla persona che vuole controllare il nostro computer), mentre se invece siamo noi a dover controllare il computer in remoto sulla destra troviamo la parte in cui inserire l’ID dell’altra macchina.

teamviewer

Dopo aver lanciato quindi il software su entrambe le macchine, si può procedere all’autenticazione attraverso l’ID e la password. Subito dopo aver svolto questi semplici passaggi, si aprirà una schermata che ci mostra ciò che l’utente che controlliamo visualizza sul suo computer.

teamviewer

Nella visualizzazione in finestra compariranno diversi pulsanti in alto che ci permettono di accedere a diverse funzionalità, dalle più semplici a quelle più complesse: queste sono suddivise in

  • Operazioni
  • Visualizza
  • Audio/Video
  • Trasferimento di File
  • Extra

Il menu delle operazioni ci permette di cambiare il ruolo con l’interlocutore che in questo modo avrà pieno accesso del nostro computer, oltre a permettere l’uscita forzata da un applicazione che non risponde o il riavvio remoto, che consente al computer remoto di riavviarsi e al riavvio stabilire in automatico nuovamente la connessione.

Il menù visualizza è probabilmente il più importante per garantire (in particolar modo in Italia) una buona riuscita della “collaborazione”. Da questo menu, infatti possiamo impostare la qualità in modo da evitare inutili stress alla connessione che andrebbero a rendere pesante la navigazione in remoto. Il software ha comunque un’impostazione automatica che se selezionata, andrà a calcolare in tempo reale eventuali sovraccarichi della rete e provvederà a ridurre la qualità dello streaming o persino la rimozione dello sfondo del computer remoto, per garantire maggiore velocità

Il menù audio/video è dedicato proprio al concetto intrinseco dell’applicazione, vale a dire, aiutare gli utenti. Tramite questo menu, infatti possiamo abilitare la comunicazione solo voce, la videochiamata o la semplice chat, che permette agli utenti di interagire senza lasciare l’ambiente di navigazione. Sempre all’interno di questo menù è presente una funzione molto particolare, vale a dire la conferenza. Componendo infatti un numero dal proprio telefono fisso al costo di 0,15 centesimi di euro al minuto si può effettuare una conferenza, che è possibile proteggere con un PIN.

Il pannello di trasferimento file, è un ulteriore plus di questo software gratuito (per un uso non commerciale), che permette attraverso una schermata molto simile ai programmi compatibili con il protocollo FTP, di trasferire file da un computer a un altro, molto utile in caso di assistenza, quando sul computer remoto non troviamo un determinato file o programma.

teamviewer

Per finire il pannello degli Extra ci mostra le informazioni sulla connessione corrente mostrando ciò che l’interlocutore ci permette di fare sulla sua macchina.

Questa è quindi la semplice ma completa interfaccia utente, che può essere anche impostata a schermo intero e che in Lion e Mountain Lion su Mac è inoltre compatibile con il protocollo di App a tutto schermo.

Spostandoci sul settore Mobile, le cose non cambiano di tanto, in quanto ci troviamo nuovamente davanti ad una soluzione ben integrata. Dal nostro iPhone, iPad o dispositivo Android, possiamo fare l’accesso al nostro Mac e PC e il tutto è semplicemente gestibile tramite il touchscreen.

All’avvio della gestione remota, appare un utile riassunto sulle gestures da usare nell’app per l’esperienza perfetta.

Teamviewer iPad Istruzioni

L’interfaccia su iOS riprende molto da vicino quella del computer, ma abbiamo delle modifiche necessarie. Troviamo infatti quattro pulsanti in basso.

teamviewer

Il primo ci permette di chiudere la connessione remota, il secondo ci permette di visualizzare sullo schermo la tastiera, che è inoltre arricchita di tutti i pulsanti funzioni presenti sulle tastiere estese. Di default troviamo 5 collegamenti fissi che corrispondono ai bottini: esc, tab, cmd, alt, ctrl, e un sesto personalizzabile con uno a nostra scelta.

teamviewer ipad tastiera

Oltre a questi bottoni, troviamo un bottone dedicato al mouse per effettuare il click in maniera alternativa al semplice tap, una lente di ingrandimento che adatterà la schermata allo schermo del dispositivo o ridimensionerà la stessa, e per finire un tasto che ci permette di accedere a tutte le impostazioni dell’applicazione. In questo menu, tra le altre cose potremo visualizzare le informazioni sulla connessione, operare diverse scelte sulla qualità della connessione, e scegliere di visualizzare le istruzioni all’avvio di ogni sessione di controllo remoto.

E’ palese quindi, l’alta qualità di questo software multipiattaforma, completamente gratuito nella sua versione completa per uso personale. Gli sviluppatori, infatti, al termine di ogni sessione, rammentano come il programma sia gratuito per un uso non commerciale, mentre è da acquistare nel caso in cui si utilizzi per scopi di lucro.

teamviewer

Esistono infatti due tipi di licenze. La licenza business ad un costo di listino di 499€ è infatti utilizzabile su un solo computer (per ogni successivo computer si devono aggiungere 99€), mentre la licenza Professional al costo di 898€, funziona in base all’utente, ed è quindi liberamente installabile su ogni computer di nostra proprietà. Questa versione Professional, inoltre, dà accesso ad un “supporto preferito” per 12 mesi, oltre ad offrire una suite di prodotti completa di un Manager, un Web Connector, la versione Portable, e il pacchetto MSI.


Nome: TeamViewer
Sviluppatore: TeamViewer GmbH
Prezzo: Versione completa per uso personale: GRATIS. Versione Business: 499€. Versione Professional: 898€
Giudizio: 9/10 – Ottima applicazione il cui punto di forza è proprio il supporto al multi-piattaforma. Ciò che non ci permette di darle un voto massimo, è il prezzo per le versioni Business e Professional, che sono davvero troppi elevati. Probabilmente si sarebbe potuta trovare una via di mezzo tra una versione completa totalmente gratuita e una praticamente identica ma con un prezzo troppo elevato che potrebbe scoraggiare anche le persone che volessero utilizzarla nel modo più legale possibile.
Link: TeamViewer per MacTeamViewer per Windows, TeamViewer per Linux, TeamViewer per iPhone, iPad e dispositivi Android


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS