iPad mini: trovate tracce nei registri di uno sviluppatore

289
0
CONDIVIDI

Marco Arment, sviluppatore di Instapaper, ha individuato nei suoi registri due nuovi codici appartenenti a device iPad che lui dice possano essere collegati al nuovo iPad mini. I codici che identificano questi dispositivi sono “iPad2,5” e “iPad2,6”. Come osserva Arment, le sigle “iPad2,1” e “iPad 2,3” rappresentano l’iPad 2 WiFi, GSM e CDMA. La sigla “iPad2,4” rappresenta invece l’iPad 2 rilasciato dopo l’introduzione del modello di terza generazione. “iPad 3,x” invece sta a rappresentare l’iPad di ultima generazione.

Per quanto riguarda le sigle scovate oggi, ovvero “iPad2,5” e “iPad2,6”, Arment dice che non sono mai state avvistate prima d’ora e che potrebbe far riferimento al tanto chiacchierato iPad mini, che si basa proprio sull’hardware dell’iPad 2.

La spiegazione più probabile è che iPad2,5 e iPad2,6 sono il nuovo “iPad mini” in Wi-Fi e GSM. Non ho ancora registrato la probabile sigla iPad2,7 facente riferimento alla versione CDMA.

Se così fosse, questo suggerisce che l’iPad mini è, effettivamente, un iPad 2: con A5, 512 MB di RAM e GPU potente a sufficienza per pilotare il display Gruber, non Retina.

Con “Display Gruber”, Arment si riferisce alla speculazione di John Gruber, che dava per probabile un iPad Mini con display da 7,85 pollici avente come risoluzione 1024 x 768, ovvero quella dell’iPad originale. Questo permetterebbe agli sviluppatori di rendere automaticamente compatibili le app per iPad anche con questo nuovo modello.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS