NASA costruisce un satellite powered-Android

541
0
CONDIVIDI

Se Google vuole trovare un posto non dominato dall’Apple iPhone, dovrà uscire a cercarlo fuori dal pianeta Terra. Non ridete, mica scherziamo. La NASA lancerà il Nexus One: lo smartphone powered Android che fungerà da “nano-satellite”. Il telefono Android sarà nel cuore di PhoneSat, un cubo da 4 pollici costruito interamente in metallo. Il Nexus One ha tutte le caratteristiche di base per alimentare le speranze della NASA che orbiterà attorno alla terra insieme agli altri satelliti maggiori.

Lo smartphone ha un processore veloce, apparati di comunicazione professionali e una fotocamera elegante con cui scattare foto della Terra dallo spazio. PhoneSat 1.0 non farà le missioni complesse, infatti come primo obiettivo si ha in mente di far rimanere in vita il dispositivo per un breve periodo dopodiché PhoneSat 2.0 comincerà a effettuare le vere missioni. PhoneSat includerà una radio a due vie per i controllori a terra, pannelli solari per ricaricare il portatile e la possibilità di cambiare l’orientamento spaziale.

Nessuno a messo in discussione il fatto che gli scienziati non abbiano scelto iOS per effettuare le prove in orbita. Forse più dispositivi Android erano disponibili, o magari a un prezzo più “discutibile”. In entrambi i casi, il progetto dovrebbe prestare il team di Android come una miniera d’oro promozionale: dovete solo immaginare le campagne pubblicitarie.

fonte | iDB

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS