Apple vs Samsung: l’azienda sudcoreana ne esce davvero danneggiata?

666
0
CONDIVIDI

Come ben sappiamo, il procedimento Apple vs Samsung è giunto al termine, con un verdetto che è costato a Samsung ben 1 miliardo di dollari. Abbiamo riportato le voci dei protagonisti, con Apple che si vanta per il risultato ottenuto e Samsung che accusa la giuria di aver condannato i consumatori americani a pagare di più.

Abbiamo anche visto come la multa da un miliardo di dollari non sia poi così salata per Samsung, colosso che nel settore tecnologico ha veramente pochi rivali. Ma allora chi ne esce davvero danneggiato da questo procedimento?

Durante l’arco di tutto il procedimento Apple ha ricoperto un ruolo che le calza a pennello, ovvero l’azienda paladina della giustizia che fa di tutto per proteggere le proprie idee da loschi contraffattori. Ovviamente, non stiamo criticando la scelta di Apple di ricorrere alle vie legali, anzi, Tim Cook e co. hanno fatto il loro dovere mettendosi contro un colosso come Samsung che ultimamente aveva esagerato nel copia e incolla. Tuttavia, nessuno può dubitare del fatto che Apple ne esce rafforzata da questo procedimento, non soltanto per il miliardo di dollari che intascherà da Samsung, ma per l’immagine di azienda leader nel mercato tecnologico a cui nessuno può mettere in bastoni tra le ruote.

Allora è Samsung che ne esce danneggiata? Secondo noi no. Vediamo perché. Subito dopo aver perso la causa, i dirigenti Samsung hanno accusato la giuria e il giudice titolare di aver fatto un torto a tutti i consumatori americani, che dovranno ora acquistare prodotti ad un prezzo decisamente più elevato. Questa è una tattica più che astuta che pone Samsung allo stesso livello di Apple, ovvero azienda paladina della giustizia che si mette a copiare i prodotti altrui per permettere ai poveri consumatori di acquistare prodotti simili ad un prezzo più basso.

Diciamo che alla fine della vicenda nessuna delle due aziende ne esce danneggiata, anzi, il processo ha attirato l’attenzione mediatica di tutto il mondo facendo una enorme pubblicità ad entrambe le aziende. Da ora in poi, quando un consumatore si recherà in un negozio di elettronica e vedrà un prodotto Apple esclamerà: “questo è il prodotto che nessuno può copiare quindi lo acquisto”, oppure incappando in prodotti Samsung penserà: “ma se è così simile ad un prodotto Apple allora tanto vale acquistarlo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS