Google’s Voice search: Apple rimane ostile

605
0
CONDIVIDI

Durante il mese di Agosto Google ha annunciato che nell’App “Google Search” per iOS sarebbe arrivata la funzione di ricerca vocale, che ricorda “vagamente” la nostra amica Siri. A più di due settimane dall’annuncio però non si vede la minima traccia di cio’ sull’App Store.

Il colosso di Mountain View aveva in seguito dichiarato ai media che l’App era stata inviata ad Apple settimane prima per l’approvazione, ma che Apple non abbia dato alcuna notizia. Solitamente la società di Cupertino, quando respinge un’App invia delle direttive al Dev su cosa deve essere cambiato, ma in questo caso nulla. Sicuramente Apple sta mettendo in atto quest’ostilità per preservare il suo assistente vocale, Siri (che arriverà in Italiano con iOS 6 questo Autunno) evitando di avere rivali sul proprio dispositivo, oltre che su smartphone Android Jelly Bean. Già nel 2009 la Mela Morsicata aveva rifiutato un’App del genere di Google e di terze parti, ma in quel caso si risolse in Tribunale con la vincita di Apple. Ora la società si difende dichiarando che l’assistente vocale di Google presente nella sua App va a sostituire una funzionalità già presente nell’iPhone, oltre che a copiarne la grafica. Arriverà mai quest’App sull’iTunes Store?

fonte | 9to5Mac

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS