Top 100 app: hackerate il 92% di quelle in App Store, il 100% su Google Play

1420
0
CONDIVIDI

Uno studio Arxan ha analizzato i due più grandi store di app per dispositivi mobili per scovare eventuali problemi legati al mondo hacker. Da questa ricerca è emerso che il 90% delle prime 100 applicazioni mobili a pagamento sono state hackerate. Per quanto riguarda il mondo App Store, il 92% delle app a pagamento sono state hackerate, mentre su Google Play la percentuale sale all’80%.

Questi i principali risultati:

  • Più del 90% delle 100 migliori applicazioni a pagamento mobili sono stati attaccati: il 92% delle migliori applicazioni a pagamento iOS e il 100% delle migliori applicazioni a pagamento Android sono state attaccate;
  • Le applicazioni gratuite non sono immuni dagli hacker: il 40% delle migliori app free per iOS e l’80% delle stesse per Android sono state attaccate;
  • Applicazioni mobili hackerate sono state trovate in tutti i settori chiave, come giochi, produttività, servizi finanziari, social networking, intrattenimento, comunicazione e assistenza sanitaria;
  • Le applicazioni mobili sono soggette a molti tipi diversi di hack, come ad esempio disabilitazioni o aggiramenti;
  • L’anatomia di un Hack per quanto riguarda un’app per mobile prevede tre fasi: definire l’exploit e gli obiettivi di attacco, lavorare sul codice e manometterlo, questo processo è facile con strumenti gratuiti o a basso costo ampiamente disponibili sul web;
  • I rischi finanziari sulla pirateria sono in rapido aumento: l’hacking app su mobile sta diventando un grosso problema economico per i consumatori e per le imprese entrate nel mercato delle applicazione mobili, mercato in crescita che arriverà a fatturare più di 6o miliardi di dollari entro il 2016.

È possibile trovare la relazione completa nell’infografica qui sotto:

fonte | iClarified

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS