Apple VS Samsung: le richieste di risarcimento di Samsung

513
0
CONDIVIDI

Siamo giunti al 10° giorno di tribunale per la causa Apple contro Samsung, dove Samsung sta chiamando a deporre diversi personaggi chiave.

Prima di tutti, Samsung ha chiamato l’esperto in finanze Michael Wagner per discutere stamani gli aspetti finanziari di Samsung. Apple aveva dichiarato in precedenza rispetto a questo punto che il margine di vendita nel settore mobile di Samsung fosse di circa il 35,5% (o 8,16 miliardi di dollari). Secondo Reuters, Wagner ha dichiarato che Apple ha sopravvalutato queste stime e che invece del 35,5% che Apple ha dichiarato, i margini di Samsung negli Stati Uniti si attestano al solo 12% (o 519 milioni di dollari). Apple aveva dichiarato in ultima battuta la scorsa settimana che Samsung deve all’azienda dai 2,5 ai 2,7 miliardi di dollari per i danni causati dal copiare i propri dispositivi.

Con le dichiarazioni di Apple ormai messe a tavolino, e il totale del risarcimento richiesto, Samsung ha ora in mano la causa, potendo anche lei accusare Apple. Samsung ha infatti accusato Apple di aver copiato i propri brevetti riguardo all’invio delle foto via mail partendo dalla galleria fotografica, e persino il fatto stesso di riprodurre musica sul proprio dispositivo, tra gli altri. Anche Apple aveva fatto accuse simili a Samsung.

Altri due testimoni si sono poi occupati di calcolare l’importo che Apple dovrebbe pagare se Apple dovesse risultare davvero colpevole di aver infranto le licenze sui brevetti di cui sopra. E’ stato stimato che per i vari brevetti Apple dovrebbe pagare fino a 422 milioni di dollari a Samsung.

Tuttavia ciò che ha fatto più scalpore è che nuovamente il giudice Lucy Koh, già nota ai tabloid per affermazioni poco ortodosse durante i suoi processi, a detta di Nick Wingfield del New York Times ha accusato uno degli avvocati di Apple, Bill Lee, di

…fumare crack…

Ciò ha fatto si che l’avvocato si è alzato e con tono molto serio ha risposto

Vostro Onore, glielo posso assicurare, io non fumo crack…

Il giudice ha infatti davvero esagerato in questa affermazione che poco ha a che fare con la causa stessa. Il tutto sembra nato dal fatto che Apple con sole 6 ore e mezzo a disposizione per chiamare dei testimoni ne voglia interrogare altri 22, e il giudice ha pensato che la cosa fosse infattibile. Inoltre, anche ieri il giudice si era molto arrabbiato a causa di Apple e Intel che hanno provato a bloccare la testimonianza di Tim Williams di Samsung. Secondo Apple e Intel, infatti, Williams è legato a diversi accordi di non divulgazione che gli dovrebbero impedire di deporre.

La posta in gioco in questo processo è davvero alta. In particolare Samsung, se dovesse uscire perdente da questa causa sarebbe tenuta a pagare fino a 2,7 miliardi di dollari a Apple e inoltre affrontare il blocco delle vendite di alcuni dei suoi prodotti negli Stati Uniti. Anche Apple, se dovesse perdere, dovrebbe pagare 421,8 milioni di dollari a Samsung.

La decisione sarà presa da una giuria di 9 persone. Il Giudice Koh, ha inoltre chiesto sia a Samsung che ad Apple di valutare la possibilità di chiudere la causa in modo pacifico.

Vi faremo sapere come andrà a finire

fonti |9to5mac & Apple Insider

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS