Minorenni in fabbrica, Samsung indaga

405
0
CONDIVIDI

Dopo esser stata accusa dalla China Labor Watch, un osservatorio per i diritti dei lavoratori, in merito allo sfruttamento di lavoratori minorenni, Samsung apre un’indagine. Secondo quanto emerso dall’indagine, non vi sono irregolarità nell’impianto Heg Electronics, dove comunque verranno inviati quattro ispettori.

Le accuse mosse dal China labor watch, grazie ad un rapporto dettagliato di 31 pagine, riguardano l’assunzione di “almeno sette minorenni” e turni massacranti per i lavoratori, che arrivano a fare anche undici ore al giorno.


Gli investigatori si sono intrufolati all’interno dello stabilimento come operai e hanno intervistato ben sette ragazzi di età compresa tra i 14 e i 16 anni che svolgevano il normale turno di 11 ore dei colleghi adulti percependo però il 70% della paga. Le condizioni di lavoro dello stabilimento, denunciano gli investigatori, sono peggiori di quelle presenti nella famosa azienda Foxconn, con un numero di minori che sembrerebbe rappresentare ben l’80% della forza lavoro.

Samsung annuncia di voler prendere misure adeguate per risolvere il problema ma sottolinea anche che nei due precedenti controlli non sono state trovate irregolarità.

fonte | La Repubblica

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS