USPTO pubblica il brevetto Apple iTravel del 2008

393
0
CONDIVIDI

L’US Patent and Trademark Office ha pubblicato una serie di brevetti Apple concessi dalla società relativi ad iTravel che puzzano di Passbook e Near Field Communications. Secondo Apple, la caratteristica “carta d’imbarco e check-in”, messa in luce in iOS 6 con l’app Passbook si trova nel brevetto appunto chiamato iTravel. Apple ha inoltre ricevuto copertura per la tecnologia NFC, che pensiamo ha una tale importanza arrivando insieme al prossimo iPhone. iTravel riguarda il processo di check-in e, più in particolare, i fattori per i provider di trasporto per effettuare l’identificazione e controlli di biglietteria. La serie di brevetti raccolti in iTravel mostra che i dati di biglietteria e le prenotazioni possono essere effettuate attraverso vari mezzi.

Si possono scaricare prenotazioni da un sito web, ritagliare immagini di viaggio con un comodo software built-in, riconoscimento ottico dei caratteri, lettura codici a barre, o QR-code-read. L’identificazione è anche gestibile, come passaporti e patenti di guida che vengono analizzati per mezzo di un “tag di identificazione a radiofrequenza incorporato nell’ID,” è stato descritto nel brevetto Apple. Gli utenti possono anche inserire manualmente il proprio numero di ID nell’app.

Il brevetto iTravel è originariamente nato nel 2008, ma pubblicato solo oggi. Gloria Lin e Amir Mikhak sono noti come gli inventori di Apple iTravel.

fonte | 9to5mac

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS