Twitter migliora il campo di ricerca

554
0
CONDIVIDI

In questo ultimo periodo, abbiamo visto le varie novità (come ad esempio il nuovo logo) che sono state introdotte al Social Network dei cinguettii, ma ieri, sul blog di Twitter, Frost Li, membro del gruppo che si occupa del campo ricerche ha dichiarato:

We’re constantly working to make Twitter search the simplest way to discover what’s happening in real time. To that end, today we’re introducing search autocomplete and ‘People you follow’ search results to twitter.com. In addition to recent improvements like related query suggestions, spelling corrections and more relevant search results, these updates make it even easier to immediately get closer to the things you care about.

Le novità di questo aggiornamento, sono tutte incentrate  sul campo di ricerca, che è da sempre, uno dei punti meno sviluppati e confusionari di Twitter.

Con l’aggiornamento di ieri sono state introdotte diverse funzioni per favorire le ricerche: andiamo a vederle nel dettaglio.

  • Autocompletamento delle ricerche.

Quando cercheremo qualcosa su Twitter, vi sarà un motore che proprio come Google ci mostrerà i risultati affini alla ricerca che stiamo digitando. D’ora in poi, quindi, se iniziamo a scrivere il nome proprio di una persona, vedremo come il sistema ci aiuterà con i nomi più famosi (ottimo ad esempio, quando non conosciamo lo spelling esatto di un cognome, o uno username). Inoltre, questa può rappresentare un grosso aiuto durante la ricerca di un hashtag (#), dato che ci mostrerà quelli più utilizzati mentre digitiamo.

  • Autocorrezione.

Se digitiamo nel campo di ricerca un termine, e ne sbagliamo l’ortografia, Twitter ci mostrerà comunque i risultati della parola che intendevamo scrivere.

  • Suggerimenti correlati.

Questa funzione è utile ad esempio negli eventi quando diverse parole chiavi possono coincidere nello stesso tweet. Se digitiamo ad esempio Alonso, un suggerimento potrebbe essere F1, e quindi questo sistema ci permetterà di avere una panoramica più completa sui topic e le parole chiave che ruotano attorno ad essi.

  • Ricerca con Username e Nome Reale

D’ora in poi se faremo delle ricerche cercando uno username o un nome reale il risultato comparirà in automatico. Se ad esempio cercate me, e non sapete il mio nickname su Twitter, e cercate semplicemente Alex Brunetti, vi apparirà anche il mio nickname @deadlinex accanto. Questa probabilmente sarà la funzione più gradita dagli utenti, perché proprio il fattore di dover scrivere alla precisione uno username su Twitter era spesso fattore di ricerche senza fine.

  • Risultati dalle persone che seguiamo.

Se d’ora in poi cerchiamo una parola, ci verranno mostrate tre differenti risultati. Un primo ci mostrerà quella parola nei top tweet, il secondo in tutti i tweet, e il terzo (nuovo) se la parola è stata usata dalle persone che seguiamo. In questo modo si favorisce la comunicazione, perché se io cerco il topic formula 1, tra le persone che seguo, posso mettermi a conversare con le persone che ne parlano.

Personalmente, apprezzo molto l’evoluzione di un social network come Twitter, che di volta in volta migliora l’esperienza utente, senza fare stravolgimenti nel campo grafico, ma apportando delle piccole migliorie, che con una cadenza ben equilibrata, lo rendono sempre più preciso e funzionale. E voi, invece, cosa ne pensate?

fonte | Blog di Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS