Mercato smartphone: aziende che dovrebbero starne fuori

801
0
CONDIVIDI

Il mercato degli smartphone è cresciuto a dismisura nel corso degli ultimi anni. Da quando Apple ha presentato il suo primo iPhone, nel lontano 2007, tutti si sono spinti verso la direzione touch-screen. Ci sono decide e decine di aziende che competono in questo settore, tutte pronte a rincorrere i due colossi del momento, Apple e Samsung. Questa spietata concorrenza porta sul mercato tante varietà di smartphone, alcuni interessanti e altri davvero pietosi.

In questo articolo vogliamo stilare una lista delle aziende che farebbero meglio ad uscire dal mercato smartphone.

LG: il colosso sudcoreano da mesi ormai non sta sfornando dispositivi degni di nota. Si impegna nel realizzare smartphone super-potenti, con display all’avanguardia, ma non riesce ad organizzare una campagna marketing degna di questo nome e soprattutto non riesce a portare sul mercato nuovi smartphone che abbiamo un sistema operativo aggiornato (vedi Android 2.3 presente nei nuovi Optimus Vu).

Huawei: azienda cinese che da poco si è gettata a capofitto in questo settore. I suoi sforzi sono davvero notevoli, vedi l’Ascend P1 S, ma difficilmente riuscirà ad emergere in questo mercato. Lasciamo comunque un barlume di speranza per Huawei, che gode dell’attenuante età, e del recente accordo siglato con Microsoft per realizzare i Windows Phone 8.

Motorola: sicuramente ve ne sarete accorti da soli, ormai gli smartphone Motorola non attirano più l’attenzione, né degli utenti né tanto meno dei media. I vari DROID e RAZR sono sempre più pacchiani, cupi, simili tra loro e poco innovativi.

Panasonic: nonostante gli sforzi fatti, il Panasonic ELUGA non sarà un successo. Dopo anni di silenzio, questa azienda si è rigettata in questo settore per lanciare il primo smartphone resistente all’acqua e, molto probabilmente, per tornare da dove era venuta.

Sony: la separazione da Ericsson non ha sortito gli effetti sperati. I dispositivi Xperia non decollano, e difficilmente riusciranno a farlo in futuro.

Secondo il nostro modesto parere, tutte queste aziende farebbero meglio a tirarsi fuori dal mercato smartphone per concentrare gli sforzi in altri settori, dove magari hanno maggior possibilità di successo.

Meritano invece di rimare in questo mercato HTC e Nokia, che nonostante le ovvie difficoltà riescono a sfornare dispositivi interessanti, come il recente One X e il Lumia 900. RIM rimane attualmente fuori dalla lista, in attesa di vedere la nuova generazione di BlackBerry 10.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS