iTunes, ristrutturazione entro la fine dell’anno

379
0
CONDIVIDI

Alla fine dell’anno scorso, Apple darà ad iTunes la prima grande revisione in 10 anni, a vantaggio di un’interfaccia utente più profonda ed integrazione maggiore per icloud.

Una parte consistente del rinnovo sembra sarà dedicata ai sistemi di navigazione e di scoperta di app e di nuovi contenuti, oltre alla gestione migliorata di tutto il materiale già acquistato dagli utenti e conservato su diversi dispositivi tra Mac, iPhone, iPad e iPod. Nel settore musicale Cupertino viene descritta ancora una volta in trattative con le principali etichette musicali per permettere agli utenti di ascoltare gratuitamente brani inviati dai propri contatti, una funzione simile a quella offerta da tempo dal servizio di successo di Spotify. Per rendere sempre più allettante l’acquisto di materiali originali sul più grande store di musica digitale al mondo Apple sta trattando con le etichette per ottenere più fotografie e video di artisti e gruppi.

Con il rinnovo in arrivo iTunes sarà sempre più integrato con iCloud con miglioramenti per la gestione delle librerie di musica, video, foto, app residenti su più dispositivi diversi. Secondo gli addetti ai lavori sentiti da Bloomberg oltre a integrare sempre più funzioni all’interno di iTunes sembra che Apple stia anche progettando di separare alcune funzioni dal software principale per creare programmi ad hoc separati, in modo simile a quanto già avvenuto con i podcast sui dispositivi iOS.

Nel nuovo iTunes avrà sempre più spazio l’integrazione di Twitter, Facebook e in generale l’implementazione di funzioni social e di condivisione. L’anticipazione degli addetti ai lavori sul consistente rinnovo di iTunes entro quest’anno arriva a pochi giorni di distanza dall’annuncio (questo invece ufficiale) di Apple dell’espansione del proprio store digitale in 12 paesi asiatici tra cui Hong Kong, Singapore e Taiwan. Tra le numerose novità che la piattaforma iTunes offrirà invece sembra sarà assente un servizio con abbonamento mensile per l’accesso illimitato alle canzoni.

fonte | macrumors

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS