Mac: “costruito per essere sicuro”, non invulnerabile

909
0
CONDIVIDI

Un tempo i Mac erano definiti da Apple come i computer “che non prendono virus”. Però, recentemente, ha cambiato questa dicitura in “Costruito per essere sicuro.” A molti, questo cambiamento, è parso un segno evidente che Apple non è più molto convinta di questa sicurezza, soprattutto dopo i recenti avvenimenti.

Subito molte aziende produttrici di antivirus hanno iniziato a rimboccarsi le maniche:

“I cambiamenti nei messaggi emanati dal loro ufficio marketing sono segno di piccoli passi importanti” ha dichiarato Graham Cluley, esperto di sicurezza “Speriamo che i proprietari di Apple Mac stiano imparando ad adottare misure di sicurezza importanti — come ad esempio l’installazione di programmi antivirus.”

Fino ad oggi, i computer della Mela, erano stati differenziati dai comuni computer Windows proprio per questo fatto, a ricordarcelo è stato anche uno degli spot di Apple della serie “Get a Mac“, dove il PC crashava a causa del virus, ed il Mac stava li senza preoccuparsi. Però, ora, sembra che questa vicenda stia per finire, soprattutto dopo il tojan che ha infettato oltre 600.000 Mac a causa di un bug di Java (problema risolto con un aggiornamento). Oltre al Flashback, nel 2011 i Mac hanno subito un “attacco” da un malware che si spacciava per antivirus, chiamato Mac Defender, anch’esso eliminato con un aggiornamento.

Tutto ciò ha indebolito la reputazione dei Mac, che ora vengono maggiormente messi a dura prova perché sono sempre più diffusi e consistono in una fetta di mercato dei computer molto ampia, non trascurabile da parte degli hacker.

Però in molti si sono rivelati scettici, sostenendo che Apple ha fatto troppo presto a preoccuparsi:

“Due eventi in due anni è relativamente poco rispetto a quello che succede nel mondo Windows” ha detto Rich Mogull, fondatore della Securosis, società di ricerca di sicurezza “Le aziende antivirus, in particolare, possono essere piuttosto ingannevoli. Essi hanno marketing dell’immunità di Apple molto più di quanto Apple ha e sono molto più vulnerabili”

fonte | Bits-NYT

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS