iOS 6: le Mappe fanno pena ma…

442
0
CONDIVIDI

Durante il WWDC 2012 Apple ha introdotto iOS 6 e le sue nuove Mappe, che sostituiscono in toto quelle di Google, presenti dal 2007 su iOS. Questa nuova applicazione presenta molte più funzionalità rispetto a quella presente in iOS 5, come ad esempio la navigazione turn-by-turn e le Mappe in 3D (anche se solo per alcune importanti città del mondo).

Ho installato la prima versione beta di iOS 6 proprio per provare questa nuova applicazione Mappe. Beh, il primo impatto è stato disastroso. L’app è proprio come la conoscevamo ma le nuove mappe sono povere di contenuti e prive di ormai note funzionalità, come street-view. Mancano molte piccole informazioni, come i POI, o vie conosciute solo ai residenti del luogo.

Però non è proprio tutto da buttare. Qualche giorno fa mi sono trovato sperduto nella mia cara Roma e purtroppo la mia app Navigon non aveva le mappe installate sopra. Così sono riuscito a trovare la via di casa grazie all’app Mappe, che grazie alla nuova funzionalità Turn-by-Turn (e al mio piano dati) mi ha guidato fino a casa. Con iOS 5 ciò non era possibile, visto che l’app Mappe equipaggiata cartograficamente da Google non consentiva la navigazione svolta dopo svolta. Ma questa è solo una delle note positive: infatti anche le applicazioni potranno finalmente appoggiarsi a tale app per indirizzarci verso un luogo, come faceva la famosa app AroundMe tramite il software Navigon, che però non tutti potevano permettersi.

Update dopo update, Apple sta rendendo iOS sempre più autonomo e completo. Con iOS 5 è stato abbandonato il legame con iTunes mentre con iOS 6 troviamo questo nuovo sistema di navigazione integrato che gli utenti e gli sviluppatori potranno sfruttare a dovere. Speriamo soltanto che nelle prossime versioni beta si veda qualche informazione in più all’interno delle mappe, e che la visualizzazione in 3D si espanda presto in altri paesi del mondo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS