iOS 6: ecco le differenze da iOS 5

3331
0
CONDIVIDI

Subito dopo il keynote inaugurale della WWDC 2012, è stata rilasciata la prima beta del nuovo iOS6, che ha introdotto le novità descritte da Forstall durante il Keynote stesso.

In questo articolo, vi traccerò le modifiche più evidenti che potrete trovare fra qualche mese nella versione finale di questo promettente firmware.

Springboard

Partiamo dalla springboard, che non ha subito variazioni strutturali. Troviamo un nuovo sfondo di default, la nuova icona per l’applicazione Mappe, ed un’icona leggermente modificata per quanto riguarda le Impostazioni. Troviamo anche la nuova app Passbook, che io personalmente ho già accantonato in una cartella di cose inutilizzate, data proprio la scarsa utilità almeno per il momento di questa applicazione.

Per quanto riguarda iPad, oltre alle modifiche su riportate, troviamo inoltre l’applicazione “Orologio“, grande assente per i firmware precedenti.

Immagini

Per quanto riguarda l’applicazione Immagini su iPhone, è stato integrato una comodo tab per lo Streaming Foto, che prima invece stava sotto Album.

Fotocamera

Anche l’app fotocamera ha subito degli aggiornamenti su iPhone. La grafica tende di più al nero, al posto del classico grigio chiaro.

Mappe

Mappe, come abbiamo già più volte detto, è stata ricostruita da zero. Utilizza una cartografia fornita da Apple in collaborazione con Tom Tom, e sostanzialmente introduce la navigazione Turn-By-Turn (grazie all’integrazione con Siri), compatibile quest’ultima esclusivamente con iPhone 4S e Nuovo iPad. In Mappe (che sia nella versione per iPhone, e in particolare in quella per iPad, crasha davvero in continuazione), sono state introdotte oltre alla navigazione Turn-By-Turn, anche la visualizzazione in 3D, che si può facilmente orientare in altezza, e profondità attraverso gesti MultiTouch. La visualizzazione in 3D, è compatibile sia con la vista Standard, che con quella Satellitare, e per alcune grandi metropoli quest’ultima si traduce nella fantastica Flyover, che senza entrare troppo nei dettagli è una visuale, che è possibile manovrare in tutte e tre le dimensioni, mostrandoci da una visuale aerea, come si presenta un determinato posto.

Nonostante lo stato ancora acerbo di quest’app sia su iPhone che su iPad sono riuscito a scattare qualche screenshot, dove potete vedere, la visuale standard, quella satellitare e quella in 3D, per quanto riguarda Cupertino con Flyover attivo, e la navigazione Turn-By-Turn. Vi anticipo che come è facilmente possibile immaginare, la visuale 3D in Italia, è inutilizzabile data la scarsa qualità delle immagini satellitari, e sembra che neanche per monumenti come il Colosseo, sia stata ancora integrato il Flyover, o comunque immagini satellitari ad alta qualità.

Meteo

Anche l’applicazione Meteo subisce qualche modifica all’interfaccia, che ora dà l’impressione di avere uno stile più preciso ed elegante.

Promemoria

Anche l’applicazione Promemoria, ha subito qualche novità. Premendo il tasto che ci permette di visualizzare gli elenchi, è stata aggiunta nella parte inferiore una barra con un piccolo calendario interattivo. Tappando su un giorno di quel piccolo calendario, ci viene data la possibilità di visualizzare se per quella precisa data sono previsti promemoria da visualizzare.

Orologio

L’applicazione Orologio, non ha subito modifiche su iPhone. Tuttavia è stata finalmente introdotta in iPad, con le stesse funzioni riservate finora alla versione iPhone ma con una grafica totalmente inedita, che a me personalmente ha davvero colpito. Anche in questo caso vi lascio ad una piccola galleria, dove potete trovare diversi screenshot.

Game Center

Il Game Center, si arricchisce di un nuovo pannello, chiamato sfide, che permette di visualizzare eventuali sfide proposte da amici. Le sfide non riguardano semplicemente la possibilità di effettuare una partita contro l’amico, ma anche di sfidare al superamento di un punteggio o al raggiungimento di un determinato risultato.

iTunes Store & App Store

Entrambi gli Store presenti sui nostri dispositivi, hanno subito degli aggiornamenti. La barra in basso, non è più grigio chiara, ma si è uniformata a tutto il resto quindi ha preso tonalità più scure. Anche nelle varie categorie come vedrete nella successiva micro-galleria, tutte le parti dei negozi digitali hanno subito dei piccoli miglioramenti. Solo per citarne uno, ora l’App Store riconosce (come in precedenza) le applicazioni già installate, ma non mostra più soltanto il pulsante “Installato“, ma il pulsante “Apri“. Inoltre va segnalato che “Ping“, il tentativo di social network musicale di Apple, su iOS 6 non funziona, e non è ben chiaro se questo è il segno di una chiusura imminente del servizio, o sia soltanto dovuto al fatto che hanno preferito disattivarlo sulla prima beta. Per quanto riguarda l’App Store, vi segnalo inoltre, il non funzionamento del servizio “Genius per le app“.

Telefono

Anche l’applicazione telefono che fin dal 2007, non aveva subito modifiche nell’interfaccia grafica, è stata lievemente modificata. Il tastierino infatti non si presenta più nel tipico nero, ma ha lasciato il posto ad una grafica più metallica, che personalmente preferisco di meno rispetto alla nera, de gustibus!

Mail

Mail ha introdotto alcuni miglioramenti per la gestione degli account multipli. Ora si potranno, infatti impostare differenti settaggi, anche nei suoni, per un account piuttosto che un altro. Altra modifica permette la possibilità di inserire una foto o un video direttamente da Mail, senza bisogno di passare prima da Immagini. Altra novità è la possibilità di aggiornare le proprie mail (come su twitter o su facebook) semplicemente scorrendo la lista verso l’alto.

Safari

Sto usando entrambi i dispositivi ormai da tre giorni intensamente, e mi sono reso conto, che Safari deve essere stato molto migliorato sotto il cofano. La velocità di caricamento delle pagine, è sensibilmente superiore, e non ho utilizzato alcun metodo di confronto tra vecchio e nuovo firmware, semplicemente perché è palesemente così. A livello funzionale Safari introduce “Pannelli di iCloud”, che permette di sincronizzare i pannelli aperti sui vari browser di Mac, iPhone e iPad, l’uno con l’altro. Nello screenshot sotto potete vedere come da iPad, riesco a vedere ciò che ho aperto sul MacBook Air (che è equipaggiato con Mountain Lion) e sull’iPhone (con iOS 6).

 

Inoltre su iPhone, è stata introdotta una nuova modalità di visualizzazione a schermo intero, in modalità landscape.

Altra novità che era stata già annunciata con iOS 5, ma che con iOS 6 viene ulteriormente sviluppato è “Elenco Lettura” che fino ad iOS 5 permetteva la lettura (e sincronizzazione) di pagine web, organizzate all’interno di questa sorta di cartella. Con iOS 6, è invece anche permesso di salvare la pagine per la successiva visualizzazione offline, cosa molto utile per dispositivi sprovvisti di modulo cellulare, o senza un piano dati.

iPod

In iPhone inoltre troviamo anche un aggiornamento all’iPod che prende come il resto del sistema operativo una grafica più scura nel player, mentre invece nello scorrimento delle tracce, riprenderà molto da vicino lo stile chiaro già visto in iPad.

Borsa

Anche l’applicazione della Borsa si aggiorna, mostrando dei grafici più grandi e più dettagliati.

Impostazioni

Sia su iPad che su iPhone le impostazioni sono cambiate. Partiamo con iPhone.

Per quanto riguarda la struttura principale troviamo ora il Bluetooth in “prima pagina”, così da renderlo facilmente attivabile e disattivabile.

In prima pagina salta subito all’occhio la nuova funzione Non disturbare con la possibilità di attivarlo e disattivarlo. Per i settaggi di questa funzione dobbiamo invece spostarci nel pannello delle notifiche, in cui possiamo andare a scegliere se programmare l’attivazione della funzione in automatico in una determinata fascia oraria, se accettare (con avvisi sonori) le telefonate da tutti, da nessuno, o solo dai nostri contatti preferiti, e se attivare le chiamate ripetute, che consentono nel caso in cui una persona ci telefoni due volte nell’arco di tre minuti, di fare in modo che la seconda volta l’iPhone suoni.

Per quanto riguarda le notifiche, volevo mostrarvi il pannello dedicato alle Mail, che ora viene diviso per account e per VIP. Per ognuno di questi gruppi sarà possibile selezionare il tipo di notifica tra banner e avviso, o nessuno, e inoltre cambiare il suono per i VIP in modo da notare immediatamente l’arrivo di una mail. I VIP possono essere impostati attraverso la nuova schermata presente in Mail, dove è possibile aggiungerli ed eliminarli. Interessante il fatto che i VIP si sincronizzino da un dispositivo all’altro evitando così la reimpostazione singola su ogni dispositivo in nostro possesso.

Sempre nelle notifiche, troviamo “Condividi Widget”, che se attivato, permette la visualizzazione nel centro notifiche dei tasti per inviare un tweet o aggiornare il proprio stato Facebook.

Nel Tab generali, il campo “Network”, ha lasciato il posto al più semplice “Cellulare”. All’interno però è scomparso il tasto che permetteva l’attivazione e la disattivazione del 3G, che io considero una grave mancanza, e che spero venga reintrodotto nelle prossima beta, e nella versione definitiva.

Nel Tab Suoni, troviamo nuove opzioni per la vibrazione con “vibrazione allo squillo” e “vibrazione a silenzioso“.

Al posto del tab “Localizzazione”, ora abbiamo quello “Privacy”, al cui interno troviamo “localizzazione” e la possibilità di verificare ed eventualmente disattivare le applicazione che fanno uso dei nostri contatti, calendari, promemoria e immagini.

Nelle impostazione relative al “Telefono” troviamo il nuovo tab “Rispondi con messaggio”, che consente di personalizzare i messaggi che sarà possibile inviare nel caso in cui non possiamo rispondere ad una telefonata. In iOS 6 infatti, quando riceviamo una telefonata abbiamo la possibilità di segnalare la nostra indisponibilità a rispondere, con un SMS o eventualmente con un avviso dopo un determinato numero di minuti o quando ci allontaniamo da un determinato posto (attraverso la geolocalizzazione).

Tra le impostazioni troviamo come già in iOS 5 Twitter, anche Facebook, con il proprio pannello dove poter impostare i nostri account.

Su iPad abbiamo fondamentalmente le stesse novità, ed inoltre la parte di sinistra prima con una separazione solo tra impostazioni di sistema e impostazioni delle App, ora presente tante micro-sezioni, in base a ciò che andiamo a modificare, per creare più ordine.

Siri

Ultima, ma non per importanza, è l’integrazione di SIRI in italiano, sia su iPhone 4s, che un po’ a sorpresa, sul nuovo iPad. Va innanzitutto sottolineato che parliamo della prima beta in italiano, di un progetto a sua volta in beta, tuttavia devo ammettere che sono sorprendentemente soddisfatto. Mi spiego meglio: la dettatura funziona davvero bene, Siri riesce bene a capire la nostra punteggiatura, e le nostre parole. Fa solo un po’ di fatica a distinguere le “e” con o senza accento e ha qualche problema di localizzazione, con stringhe non ancora tradotte, tuttavia ripeto si tratta di una versione ancora acerba.

Vi lascio alla vostre riflessioni, con il saluto di Siri “Salute e prosperità”. Fateci sapere cosa ne pensate di questo nuovo ricco firmware, e fateci sapere se avete scoperto nuove funzioni che possono esserci sfuggite.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS