Roma: rete Wi-Fi pubblica più grande d’Europa

713
10
CONDIVIDI

Diversi mesi fa Roma ha raggiunto il suo obbiettivo instaurando la rete wi-fi pubblica ora definita la più ampia del continente, infatti conta ben 200 mila iscritti. Naturalmente questo primato tiene conto di diverse influenze tra cui il numero di utenti registrati, gli abitanti coinvolti (circa 4 milioni), la superfice del territorio (5 mila Kmq) e i comuni interessati (121). Questo progetto, che fa di Roma la più grande rete wi-fi pubblica d’Europa, è nato nel 2008 grazie all’interesse del presidente Nicola Zingaretti che ha “liberato” 890 aree di Roma e provincia, rendendo internet gratuito. Tra queste: università, scuole, ospedali, uffici giudiziari, spiagge, biblioteche, centri per anziani ed esercizi commerciali, con l’obiettivo di raggiungere tutte le scuole superiori di competenza provinciale.

“Grazie a internet gratuito nei luoghi pubblici tanti piccoli gesti quotidiani diventano più semplici e veloci – ha affermato Zingaretti. “Ad esempio la rete permette a chi si trova ricoverato in ospedale di tenersi in contatto con i propri cari, a chi è fuori casa di cercare rapidamente informazioni utili”. Si rafforza l’idea di Rete libera e gratuita come diritto basilare del crescere societario: “Così come l’illuminazione pubblica o l’acqua” – sottolinea il presidente della Provincia. Grazie a questo progetto, “Provincia Wi-Fi“, molte altre città si sono rese conto che era l’ora di creare un progetto simile, che permettesse un’equa distribuzione di internet gratuito sul territorio. Nasce così “Free Italia Wi-Fi” che unisce le reti delle varie città creando un’autostrada virtuale percorribile da chiunque sia iscritto gratuitamente al servizio.

Grazie a questo, ad esempio chi si iscrive a Venezia può navigare con gli stessi dati o coordinate anche a Roma o a Torino. La lista cresce notevolmente nell’ultimo anno infatti hanno aderito le Provincie di Prato, Firenze, Pistoia, Grosseto, Gorizia, Pesaro e Urbino, Cosenza, Savona, Potenza, Bari, Terni, Trapani e Napoli, e poi i Comuni di Torino, Udine, Bra (CN), Spoleto, Lamezia Terme (Cosenza), Rosignano (Livorno), Saronno (Varese), Vicopisano (Pisa), Viadana (Cremona). Il progetto, sostenuto dalla Provincia di Roma assieme alla Regione Sardegna e al Comune di Venezia, si rivolge a tutte le altre amministrazioni pubbliche e dunque a tutte le province italiane per creare una rete Wi-Fi pubblica e unire il tutto per formare Free Italia Wi-Fi.

fonte | La Stampa

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Buongiorno, sono Massimiliano Mazzarella e ricopro la carica di AD di Futur3 Srl.
    La nostra società sta promuovendo sul territorio nazionale la rete FreeLuna Social Wi-Fi con al suo attivo la gestione di 2.300 punti WiFi (in costante crescita e che potete trovare su questa mappa: http://www.futur3.it/sitofreeluna/index.php?p=mappa.
    Una rete che nelle dimensioni va ben oltre quella della Provincia di Roma e che già nel maggio 2011 è stata definita dalla rivista Wired come la più grande d’Italia.
    La connettività (come i servizi geo-referenziati erogati sulla rete FreeLuna) è a disposizione dell’utenza in modalità gratuita e su tutto il territorio nazionale (ove la rete sia presente) si accede con le stesse userID e password ricevute automaticamente (anche per utenti stranieri) all’atto della prima iscrizione.
    Scrivo poichè ritengo sia poco consono auto-dichiarare primati senza prima aver fatto una reale analisi dello status quo. Tali atteggiamenti creano aspettative e false convinzioni che possono minare, a volte, opportunità e lavori altrui.

    Buon lavoro e buona navigazione free!

    P.S.: in questi giorni sta girando un’altra informazione di un’altrettanta rete WiFi proclamatasi “più grande d’Europa” nelle riviera toscana… ma quante sono? ;)

    • Sig. Mazzarella, c’è una differenza.
      Voi siete una società che promuove questo progetto a livello nazionale, mentre Roma è una provincia, e perciò promuove il progetto soltanto ai suoi comuni. Comunque la preghiamo di mandarci una mail al seguente indirizzo per darci ulteriori info in merito al vostro progetto.

      Invii qui la mail: info@techgenius.it

      • Anche noi abbiamo iniziato promuovendo una rete solo nella “Provincia di Trento”… dove oggi abbiamo 1.550 punti di accesso con coinvolti circa 150 comuni con un access point ogni 250 persone di media.
        Anche se consideriamo solo la nostra provincia vede che i conti non tornano ovunque.

        • Questo non l’ha specificato nel precedente commento. Quanti iscritti contate voi? Comunque sia ci mandi tutte le informazioni all’email precedentemente data.
          Grazie per la segnalazione e buona lettura su TechGenius

  • luca

    in una rete non si contano gli iscritti ma i punti di accesso e sono miserelli rispetto anche ad altre reti italiane

    • A quanto pare è così, però forse è stata definita rete pubblica più grande d’europa non per gli hotspot ma per i 200.000 iscritti. Fatto sta che è definita così.

  • Marco Gilli

    Sono di Bergamo e di origini trentine. In estate vado a fare le vacanze a Transacqua nei pressi delle Dolomiti trentine (le Pale di San Martino).
    Utilizzo con il mio portatile, per il collegamento internet, la rete wireless gratuita Free Luna. E’ una rete, voluta dalla Provincia Autonoma di Trento, messa a disposizione dei cittadini e vacanzieri. Funziona benissimo. Gli Amministratori della Provincia di Trento sono stati lungimiranti nel fornire un servizio ormai ritenuto indispensabile.
    Un grazie a chi ha reso possibile questa opportunità ed un augurio che altre Amministazionei Pubbliche (Comuni, Province, ecc.) procedano sulla stessa strada.

  • Ciao Marco Gilli, solo una precisazione. La rete alla quale ti connetti da’ una infrastruttura pubblica (quella nelle valli del Trentino) ma il servizio da’ offerto da FreeLuna che e’ di gestione provata e creato da Futur3. Nelle città di trento, riva e rovereto invece, la rete e’ di proprietà di Futur3. Questo solo per estrema chiarezza. Il pubblico fa molto a volte, ma anche il privato non scherza ;).

    Grazie dei complimenti e buona navigata!

    • Ciao Massimiliano, ma per quanto riguarda la rete wi-fi nelle province siciliane, saprebbe dirmi qualcosa?

  • Cuao Vincenzo… Stiamo partendo anche Lisa Catania!