AMD rafforza la sicurezza grazie ad ARM TrustZone

386
0
CONDIVIDI

AMD annuncia che nei suoi nuovi prodotti integrerà delle nuove soluzioni che garantiranno ai clienti un accesso sicuro ai propri dati e quindi la possibilità di effettuare anche transizioni online. Tutto questo deriva da una partnership tecnologica con ARM che introdurrà la tecnologia ARM TrustZone nelle future unità di elaborazione accelerata (Accelerated Processing Units, APU) attraverso una nuova metodologia progettuale system-on-a-chip (SoC).

Grazie a questa collaborazione verrà unito l’hardware x86 con l’ambiente di sicurezza più diffuso in ambito mobile. Grazie all’adozione della tecnologia TrustZone, AMD e ARM saranno inoltre in grado di fornire un approccio coerente alla sicurezza di miliardi di dispositivi connessi a internet, come dispositivi mobili, tablet, PC e server – siano essi basati su processori ARM o su APU x86 di AMD. Il lancio delle prime APU che integreranno la tecnologia TrustZone è previsto per il 2013.

La tecnologia ARM TrustZone costituisce un elemento per ARM, ed è integrata nella famiglia di processori ARM Cortex-A. TrustZone è stato presentato nel 2004 ed è il risultato di uno sviluppo congiunto portato avanti da ARM in modo costante insieme a un ampio numero di aziende.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS